2 maggio 2013 / 14:58 / tra 5 anni

PUNTO 1-Tenaris vede politica di dividendi stabile, titolo cade-AD

(Aggiunge dettagli da conference call, andamento titolo)

MILANO, 2 maggio (Reuters) - Tenaris vede una politica di dividendi stabile.

E’ quanto ha detto l‘amministratore delegato, Paolo Rocca, nel corso della conferenza stampa di presentazione dei risultati del primo trimestre.

Rispondendo alla domanda di un analista sull‘utilizzo della cassa, Rocca ha sottolineato che ora il focus è sugli investimenti negli stabilimenti.

E ha aggiunto, fermo restando che le decisioni sui payout spettano agli azionisti: “Penso che seguiremo una policy di dividendi stabile”.

In tema di acquisizioni, l‘AD di Tenaris ha risposto: “Consideriamo le varie opzioni, guardiamo a eventuali opportunità di rafforzamento, ma ora il focus è sugli investimenti negli impianti”.

Rocca ha indicato in “750-800 milioni di dollari l‘anno” il range degli investimenti nei prossimi anni. “Siamo impegnati in un piano investimenti in varie regioni, in progetti brown e greenfield”, ha spiegato. “Ci sono diversi impianti in fase di realizzazione”.

PESA NORD AMERICA, FOCUS SU SEGMENTI PREMIUM

Nel corso della conference call, Rocca ha più volte sottolineato come i risultati deludenti del primo trimestre e il conseguente peggioramento della guidance sull‘anno, indicati nel comunicato di ieri sui risultati, siano soprattutto conseguenza dell‘andamento del mercato in Nord America, dove “l‘outlook di breve termine resta incerto. In aprile, l‘attività di estrazione del gas naturale ha toccato il minimo storico”.

In Nord America, ha proseguito l‘AD, “ci sono alcune incertezze sulla ripresa delle esplorazioni nella seconda parte dell‘anno”. Ma “siamo molto positivi sulla domanda nel medio termine” e “sono sicuro che ci sarà una ripresa nel corso del 2013, ma non so quando”.

Germán Curá, North American area manager, ha sottolineato l‘impatto delle pressioni sui prezzi nei segmenti di prodotto più bassi, “in particolare da parte di produttori della Corea del Sud”.

Decisamente meglio vanno le cose in altre aree geografiche. Rocca e gli altri manager di Tenaris hanno posto l‘accento sulle ottime performance di Messico, Arabia Saudita e Sud-Est asiatico.

Prospettive negative, invece, in Brasile, dove Tenaris vede “un sostanziale rallentamento dell‘attività nella seconda parte dell‘anno, per effetto di ritardi nella realizzazione degli impianti e anche nei progetti di esplorazione ed estrazione”.

In generale, per fronteggiare le pressioni sui prezzi nei prodotti di fascia bassa, Tenaris, ha spiegato Rocca, prosegue il processo di riposizionamento del business sui prodotti premium, che garantiscono margini più alti e che, quando ripartirà l‘attività estrattiva negli Usa, ci si attende registreranno maggiori tassi di crescita.

A proposito di marginalità, articolando la previsione di un livello nel 2013 grosso modo in linea con quello attuale, Rocca ha detto di attendersi “margini un po’ più alti nel secondo trimestre rispetto al primo” e un rallentamento nella seconda parte dell‘anno.

Il mercato ha bocciato i risultati di Tenaris: in rosso sin dalle prime battute, il titolo del gruppo italo-argentino, attorno alle 16,55, cede il 4,63%, a 16,06 euro, dopo aver segnato un minimo di 15,82 euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below