22 febbraio 2013 / 11:24 / tra 5 anni

PUNTO 2-Tenaris, utile netto trim4 in calo, ma titolo corre su margini

(Aggiunge commenti da conference, aggiorna titolo)

BUENOS AIRES, 22 febbraio (Reuters) - Tenaris ha chiuso il quarto trimestre dell‘anno scorso con un calo del 18% annuo dell‘utile netto, che è stato pari a 350,3 milioni di dollari, ben al di sotto della mediana delle stime Reuters (450 milioni), a causa di una posta negativa straordinaria.

I ricavi, nell‘ultima parte del 2012, si sono attestati a 2,758 miliardi di dollari (sostanzialmente invariati rispetto a un anno prima), mentre l‘Ebitda è salito del 6%, a 733 milioni, e l‘utile operativo è cresciuto del 9%, a 586 milioni. Da notare che il margine Ebitda è salito al 27% dal 25% di un anno prima.

Un sondaggio Reuters, realizzato con cinque analisti, indicava per il quarto trimestre vendite pari a 2,8 miliardi di dollari.

Nell‘intero anno 2012, si legge in un comunicato del gruppo che fa capo a Techint (famiglia Rocca), ha raggiunto un utile netto in progresso del 20%, a 1,701 miliardi di dollari, e ricavi netti pari a 10,834 miliardi di dollari, in progresso del 9%. L‘Ebitda è aumentato del 20%, a 2,875 miliardi, e un utile operativo di 2,357 miliardi (+28%). Ebitda margin in progresso di tre punti base, al 27% dal 24%.

Il Cda proporrà all‘assemblea la distribuzione di un dividendo annuale pari a 0,43 dollari per azione, inclusivo della cedola di 0,13 dollari distribuita lo scorso novembre.

TITOLO TONICO, BROKER POSITIVI SU CRESCITA MARGINI

Ottima la reazione dell‘azione ai risultati: attorno alle 16,50, infatti, a Piazza Affari Tenaris balza del 5,56%, a 15,96 euro, dopo aver segnato un massimo di 16,4 euro. Vivaci gli scambi: sono passati di mano circa 6 milioni di pezzi, contro una media dell‘intera seduta di 1,444 milioni negli ultimi trenta giorni.

Commentando i risultati, gli analisi sottolineano che la flessione dell‘utile netto è dovuta a una svalutazione straordinaria di 108 milioni di dollari legata all‘investimento nella brasiliana Usiminas.

Un broker estero invita a registrare i primi segnali di ripresa in Nord America prima di assumere una posizione maggiormente positiva sul titolo.

Un‘altra banca d‘affari estera pone l‘accento sul fatto che l‘Ebitda del quarto trimestre (733 milioni) è superiore al consensus degli analisti (715 milioni).

Un terzo broker parla di “risultati superiori alle attese” e “outlook di medio termine” positivo.

Una banca sudamericana si sofferma sulla capacità del gruppo di compensare il calo delle vendite in Nord America con gli ordini in Medio Oriente e Brasile.

Un altro broker sudamericano, invece, vede il bicchiere mezzo vuoto e sottolinea che, per quanto in crescita, il margine Ebitda resta basso.

IN 2013 CRESCITA MODERATA VENDITA ED EBITDA STABILE

Per quanto riguarda quest‘anno, Tenaris dice di attendersi una crescita moderata delle vendite e un Ebitda stabile rispetto al 2012, con il mix di prodotti e i migloramenti nell‘efficienza industriale che compenseranno l‘impatto del calo dei prezzi nei segmenti meno differenziati.

Dopo il rallentamento della seconda parte dell‘anno scorso, Tenaris dice di attendersi una ripresa graduale dell‘attività estrattativa in Norda America, ma i livelli medi resteranno più bassi rispetti al 2012.

Nel resto del mondo, l‘attività estrattiva dovrebbe salire, grazie allo sviluppo dei giacimenti che si trovano in acque profonde e alle riserve non convenzionali. Di conseguenza, Tenaris dice di attendersi un incremento della domanda dei prodotti Octg (Oil Country Tubular Goods) della fascia premium, in particolare in Medio Oriente e Africa sub-sahariana.

Il terzo trimestre dell‘anno scorso era andato in archivio con ricavi pari a 2,657 miliardi di dollari, un Ebitda di 679 milioni di dollari e un utile netto di 437,5 milioni.

Nel 2011, Tenaris aveva registrato vendite pari a 9,972 miliardi di dollari, un Ebitda di 2,449 miliardi, un utile operativo di 1,895 miliardi e un utile netto di 1,421 miliardi.

Nel comunicato viene annunciato che a partire dal prossimo 1 luglio Edgardo Carlos assumerà la carica di direttore finanziario, prendendo il posto di Ricardo Soler.

BRASILE AREA CHIAVE

Nel corso della conference call di presentazione dei risultati, Paolo Rocca, amministratore delegato di Tenaris, ha sottolineato che “l‘industria cambia rapidamente e noi dobbiamo rispondere a questi cambiamenti”.

Rocca ha detto di avere “una buona visibilità sui primi due trimestri, meno sulla seconda parte dell‘anno”.

L‘AD si è soffermato sulla pressione competitiva, in particolare negli Stati Uniti e da parte di concorrenti coreani, affermando che è forte nei segmenti di mercato più bassi, mentre nella fascia alta “la pressione non è un fattore”.

Rocca ha aggiunto di attendersi per quest‘anno un livello dei costi delle materie prime “più o meno in linea con l‘attuale”.

A livello geografico, il numero uno di Tenaris si è soffermato sul Brasile, che registrerà un rallentamento nella seconda parte dell‘anno per effetto dello sviluppo dei progetti. “Il Brasile è un paese chiave per l‘evoluzione del settore energetico”, ha argomentato. “Dobbiamo integrarci e cooperare maggiormente con i fornitori. E combinare gli sforzi nella ricerca e sviluppo”. In prospettiva, il gruppo punta a creare in Brasile una struttura produttiva non solo per il mercato locale, ma anche in grado di esportare.

Da ultimo, Rocca ha ricordato che “c‘è un arbitrato in corso sulla nazionalizzazione di asset in Venezuela. Ci vorrà tempo, probabilmente anni. Siamo fiduciosi che ci verrà data ragione, ma non vedremo la conclusione a breve”.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below