18 aprile 2012 / 16:54 / tra 5 anni

SINTESI 1 - Prysmian, 2012 meglio di 2011, in nuovo Cda entra Clubtre

(Aggiunge nota su deleghe Cda)

di Massimo Gaia

MILANO, 18 aprile (Reuters) - L‘amministratore delegato di Prysmian, Valerio Battista, conferma la previsione di un miglioramento dei risultati nel 2012.

Rispondendo alla domanda di un azionista, nel corso dell‘assemblea, Battista ha parlato di “mercato difficile, soprattutto per il settore delle costruzioni in Europa”.

L‘AD ha aggiunto di prevedere, grazie all‘integrazione con Draka, “un miglioramento (dei risultati)”. Il manager ha precisato che si lavorerà soprattutto sui costi, “tenendo conto di un mercato globale difficile”.

Interpellato sulla situazione in Argentina, l‘AD ha sottolineato che Prysmian è presente con una filiale non grandissima (circa 80 milioni di fatturato) e ha parlato di “situazione difficile”, aggiungendo che “il grande problema sono i pagamenti fuori dall‘Argentina”.

CONFERMATA STIMA EBITDA ADJUSTED 2012 OLTRE 600 MILIONI

Al termine dell‘assemblea, conversando con i giornalisti, Battista ha confermato la previsione, per quest‘anno, di una crescita del fatturato ad una cifra e di un Ebitda adjusted superiore ai 600 milioni di euro. “Confermo questi numeri”, ha argomentato. “Non ci sono motivi per modificare la posizione, né in negativo, né in positivo. Il mercato finanziario nelle ultime quattro settimane è decisamente peggiorato, ma questo non significa che i mercati industriali cambino posizione altrettanto rapidamente”.

La guidance sul 2012, ha detto l‘AD, verrà comunicata con la pubblicazione dei risultati del primo trimestre, “quindi il 10 maggio”.

Battista ha confermato anche la stima sulle sinergie dell‘integrazione con Draka, ovvero 150 milioni di euro annui a partire dal 2015, anche se, ai giornalisti, il manager ha detto “se ne parla dal 2014-2015... una parte delle sinergie potrà partire solo dalla primavera del 2014, specie quelle legate al perimetro olandese”.

L‘AD ha detto che il gruppo guarda ad acquisizioni mirate “in mercati strategici e business ad alto valore aggiunto. Stiamo guardando, senza fretta, perché abbiamo tante cose da fare (dopo Draka)”.

Battista ha precisato che la divisione sistemi sottomarini dell‘indiana Reliance Communications, che ha avviato l‘iter per quotarsi a Singapore, non è un target, in quanto “sono più attività di tlc e sistemi che cavi”.

ACCORDO CON SINDACATI SU IMPIANTO DI LIVORNO FERRARIS

L‘AD di Prysmian ha ribadito che il gruppo conta di chiudere sei impianti entro la fine dell‘anno, un obiettivo “ragionevole, dato che per almeno la metà di questi ci sono accordi già conclusi”.

Per quanto riguarda l‘impianto italiano di Livorno Ferraris (Vercelli), “abbiamo firmato l‘accordo (con i sindacati), offrendo la ricollocazione, fino all‘intera forza lavoro, in altri stabilimenti del gruppo, nel Nord Italia e ad Arco Felice (Napoli), dove ci sarebbe posto per tutti. Abbiamo offerto anche delle indennità di trasferimento, ma quanti accetteranno ancora non lo sappiamo”.

IN NUOVO CDA DUE POSTI PER CLUBTRE

L‘assemblea - che ha approvato a maggioranza i cinque punti all‘ordine del giorno, tra cui il bilancio 2011 - ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione.

Formato da 11 membri, il consiglio resterà in carica per tre esercizi.

La lista presentata dal consiglio uscente esprime nove membri, tra cui l‘attuale AD Valerio Battista e l‘attuale presidente di Borsa Italiana Spa, Massimo Tononi.

La lista presentata da Clubtre esprime due consiglieri, Giovanni Tamburi e Cesare d‘Amico.

Non esprime consiglieri la lista presentata da una serie di fondi, in prevalenza italiani.

Al termine dell‘assemblea, conversando con i giornalisti, Battista ha sottolineato che l‘esito “è la dimostrazione che la public company funziona. Del resto, è il sistema utilizzato nelle maggiori piazze finanziarie”.

A proposito della presentazione di una lista da parte del Cda uscente e dell‘ipotesi, avanzata in assemblea da un azionista, di un accordo con Clubtre, il manager ha detto di “non vedere quale tipo di concerto possa esserci. I rapporti con Clubtre sono uguali a quelli con gli altri azionisti. E’ un azionista importante... Se un azionista ha il desiderio e i voti per entrare in consiglio, può farlo. Ma è anche vero che il consiglio ha il diritto e il dovere di presentare una lista che non tenga conto dei singoli azionisti”.

Al termine dell‘assemblea si è riunito il Cda per il conferimento delle deleghe. In una nota di Prysmian si legge che Battista è stato confermato AD e direttore generale, mentre Tononi è stato nominato presidente. Pier Francesco Facchini è stato confermato chief financial officer.

In tema di buon funzionamento della public company, l‘assemblea ha visto la partecipazione di azionisti pari al 55,967% del capitale.

Presenti i grandi fondi internazionali (Blackrock e Fidelity, tra gli altri). In assemblea si è appreso che il governo della Norvegia ha in mano il 3,218% del capitale di Prysmian.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below