20 marzo 2012 / 19:23 / tra 6 anni

Generali, netto 2011 in calo a 856 mln dopo svalutazioni di oltre 1 mld

MILANO, 20 marzo (Reuters) - Generali ha chiuso il 2011 con un utile netto di 856 milioni di euro, in calo rispetto a 1,7 miliardi del 2010, a causa di svalutazioni straordinarie per oltre 1 miliardi, riferibili principalmente ai bond greci e a Telco.

Il Cda propone la distribuzione di un dividendo di 0,20 euro per azione, più che dimezzato rispetto alla cedola di 0,45 dell‘anno scorso, con un payout del 36,4%.

Il Solvency ratio I a fine 2011 era al 117%, ma all‘1 marzo era risalito al 132% per effetto del restringimento degli spread sui titoli di Stato italiani.

Il risultato operativo è stato pari a 3,9 miliardi in calo dai 4,1 miliardi del 2010 ma definito “solido” dalla compagnia con una crescita dei rami danni del 38,3% a 1,56 miliardi e un combined ratio che migliora di 2,3 punti al 96,5%.

Il ramo Vita, invece, risente dell‘andamento del margine finanziario e chiude in calo del 16% a 2,54 miliardi.

La raccolta premi, già resa nota, vede un calo nel Vita del 9,3% a 46,4 miliardi, mentre nei Danni è salita del 3,2% a 22,8 miliardi.

Per ciò che riguarda le svalutazioni, l‘intero portafoglio dei titoli di debito della Grecia è stato svalutato mediamente del 76%.

Nella nota il Ceo Giovanni Perissinotto afferma che la compagnia prevede “per l‘esercizio in corso un utile in forte crescita”.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below