November 7, 2017 / 6:55 PM / 8 months ago

CORRETTO-PUNTO 1-Campari conferma Ebit margin piatto 2017 dopo crescita trim3, vede pausa cessioni

(Aggiusta primo paragrafo precisando che si tratta di margine Ebit, non Ebitda)

di Maria Pia Quaglia e Francesca Landini

MILANO, 7 novembre (Reuters) - Campari conferma per il 2017 che l’Ebit margin vedrà una variazione organica nulla con la graduale normalizzazione degli investimenti pubblicitari e dei costi di struttura del quarto trimestre e reputa che una pausa nel processo di dismissione di asset non strategici “non sarebbe sbagliata”.

Parlando a Reuters l’AD Bob Kunze-Concewitz ha risposto così a una domanda su possibili nuove cessioni dopo che soltanto nel 2017 sono state effettuate vendite per circa 310 milioni di euro allo scopo di aumentare il focus sui brand spirit prioritari.

Il capitolo M&A resta sempre aperto. “Non abbiamo più covenant da un anno, valutiamo opportunità di continuo”, ha aggiunto l’AD ricordando che, in tema di acquisizioni, “la geografia viene prima della categoria e l’obiettivo è un ritorno lordo sull’investimento del 10% nel primo o nel secondo anno”.

Il gruppo ha stimato che la variazione di perimetro si tradurrà in un impatto negativo sulle vendite e sull’Ebit rispettivamente di 25 milioni e 10 milioni nel quarto trimestre e di 50 milioni e 15 milioni nell’esercizio 2018.

CRESCITA A DOPPIA CIFRA PER APEROL IN 2018, A&P STABILE

Il 2018 che risentirà negativamente anche del rafforzamento dell’euro, per 30 milioni sulle vendite e 10 milioni sull’Ebit, vedrà una positiva espansione del gross margin “perchè continuerà l’accelerazione dei marchi a priorità globale e regionale”, come spiegato in conference call dal Cfo Paolo Marchesini.

Per Aperol in particolare, il più grande marchio del portafoglio di Campari, continuerà “una bella crescita a doppia cifra, ci aspettiamo un altro buon anno”, ha detto l’AD.

Marchesini aggiunto che nel quarto trimestre il gross margin non crescerà allo stesso ritmo del terzo trimestre (+230 punti base) mentre il super euro toglierà 30 milioni dalla top line e 6 milioni dall’Ebit.

Per l’anno prossimo non sono previsti cambiamenti in tema di guidance di investimenti pubblicitari, pari al 17,9% delle vendite nel 2016 e vista al 18,7% più o meno una variazione di 20 punti base nel 2017 per effetto di una variazione del perimetro.

“L’indicazione sull’A&P resta stabile come al solito con una variabilità di più o meno 20 punti base”, ha detto l’AD.

Il titolo in borsa, dopo aver toccato i massimi di seduta a valle della pubblicazione dei risultati dei 9 mesi , ha proseguito la seduta senza una direzione precisa. Ha chiuso in rialzo dello 0,37% a 6,705 euro dopo aver oscillato fra un minimo di 6,57 e un massimo di 6,855 euro oggi con volumi sostenuti.

I risultati pubblicati oggi sono superiori rispettivamente all’Ebit e all’Ebitda normalizzati di due broker che hanno chiesto di non essere citati.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below