November 7, 2017 / 7:15 PM / 9 months ago

PUNTO 1-Creval, maxi-aumento capitale da 700 mln per chiudere questione Npl

(unisce pezzi e aggiunge dettaglio, contesto)

MILANO, 7 novembre (Reuters) - Creval annuncia un piano con un maxi-aumento di capitale fino a 700 milioni superiore alle attese del mercato e nuove cessioni di oltre 2 miliardi di deteriorati con l’obiettivo di risolvere definitivamente la questione degli Npl oggetto di una sempre maggiore attenzione dei regolatori e di pressioni del mercato.

Con il nuovo piano industriale al 2020 l’istituto punta a ridurre l’Npe ratio lordo al 9,6% a fine piano dal 21,1% del terzo trimestre di quest’anno e portare le coperture al 59,1% dal 45,8%.

“Anziché affrontare la questione di volta in volta sapendo che l’asticella Npe vede l’Italia molto bassa in classifica e, vista l’attenzione dei regolatori e del mercato che penalizza quelli con alti livello di Npe, abbiamo deciso di affrontare la questione una volta per tutte in modo da portarci in una situazione in cui degli Npl non si debba discutere giorno per giorno”, ha detto il DG Mauro Salvetti.

Con una manovra di questa portata - è il ragionamento del DG - anche l’esito della discussione sull’addendum Bce sugli Npl sarà poco rilevante, visto che la banca ha affrontato in anticipo la questione.

Il Cet1 fully loaded dovrebbe salire all’11,6% a fine piano, senza includere il potenziale impatto della validazione dei modelli Airb attesa nell’ultimo trimestre dell’anno prossimo e grazie al quale il coefficiente sul capitale potrebbe salire oltre il 12%.

Complessivamente, le iniziative sul capitale ammontano a 803,2 milioni, includendo previste cessioni di asset non core, di cui 742,5 milioni saranno utilizzati per l’asset quality.

L’aumento di capitale, pilastro principale del rafforzamento patrimoniale e per il quale Mediobanca ha sottoscritto un accordo di pre-underwriting sull’eventuale inoptato, dovrebbe essere effettuato nel corso del primo trimestre del 2018 dopo il via libera dell’assemblea straordinaria dei soci convocata per il 19 dicembre.

Creval capitalizza in borsa circa 280 milioni di euro e il titolo ha perso oggi 13% proprio sulle indiscrezioni di aumento di capitale. “Siamo assolutamente convinti che il piano troverà l’interesse degli investitori”, dice Salvetti e se la risposta del mercato sarà inferiore alle aspettative, “allora insieme a Mediobanca faremo le nostre valutazioni che ad esempio potrebbero essere riferite allo spostamento dell’arco temporale”.

Le azioni di de-risking previste dal piano includono una nuova operazione di cessione di crediti deteriorati con lo strumento delle ‘Gacs’ fino a 1,6 miliardi entro il primo semestre del 2018, cui si aggiungeranno altre cessioni per 500 milioni nella seconda parte dell’anno.

Sul fronte dei costi è prevista la chiusura di ulteriori 88 filali con un target di 350 unità entro fine 2018 e la liberazione di circa 400 risorse nell’arco del piano, con un target inferiore alle 3.700 unità.

Al 2020 il cost/income è atteso al 57,5% e l’utile a 150 milioni.

.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below