September 22, 2017 / 1:50 PM / a year ago

SINTESI-Tenaris vede conti sem2 meglio di sem1, no impatto uragani

(Accorpa pezzi, aggiunge dichiarazioni da presentazione, andamento titolo)

MILANO, 22 settembre (Reuters) - Tenaris nella seconda parte dell’anno registrerà risultati in crescita rispetto al primo semestre.

E’ quanto ha preannunciato l’amministratore delegato del gruppo italo-argentino, Paolo Rocca, parlando nel corso dell’investor presentation, a Londra.

“La crisi che abbiamo conosciuto è stata molto pesante”, ha detto Rocca. “Siamo nella fase di ripresa. Nella seconda parte dell’anno vedremo chiaramente risultati migliori in termini di vendite ed ebitda (rispetto al primo semestre)”.

Successivamente, il manager ha precisato che “il terzo trimestre sarà influenzato in qualche modo dall’uragano Harvey, ma, in generale, confermiamo la previsione di aumentare vendite ed ebitda”.

Harvey ha colpito le coste texane, dove si trova l’impianto di Bay City, per il quale Tenaris ha investito 1,8 miliardi di dollari. Rocca ha sottolineato che quello che sta terminando è stato “un trimestre molto complicato, con due uragani e due terremoti in Messico”. Ma “non abbiamo avuto grandi danni; certo, abbiamo perso tempo. Bay City sarà operativa nelle prossime settimane, l’uragano non ha cambiato i piani, forse ci sarà qualche ritardo”.

Tornando alle previsioni finanziarie, il cfo, Edgardo Carlos, ha spiegato che i margini “stanno migliorando. Vedremo l’ebitda margin stabilizzarsi attorno al 20%. Al momento, siamo focalizzati sulla riduzione dei costi”. Grazie alla strategia messa in campo da Tenaris (che comprende l’apertura dell’impianto di Bay City e l’iniziativa Rig Direct), secondo Carlos, “l’ebitda margin migliorerà gradualmente”.

Interpellato sull’utilizzo della cassa, Rocca ha spiegato che, innanzitutto, “abbiamo una politica di dividendi di lungo termine, a cui vogliamo tenere fede”. Per quanto riguarda la valutazione di opportunità di M&A, “le consideriamo, ma siamo cauti. Non ci imbarchiamo in investimenti e acquisizioni che non abbiano basi solide, siamo molto conservativi. Stiamo guardando, ma non abbiamo nessun dossier specifico”.

PREVISTO CALO IMPORT COREANO IN USA

L’appuntamento londinese è servito per fare il punto sulle prospettive di mercato. Tenaris sottolinea che quest’anno il livello di prezzo del barile di greggio che consente all’industria dello shale Usa di essere a breakeven si colloca nel range 38-43 dollari, praticamente lo stesso prezzo che rende profittevole l’estrazione di petrolio in acque profonde. “Ma il rischio implicito dell’offshore è enormemente più alto dello shale”; quindi, secondo Rocca, la situazione attuale “non può reggere a lungo”. Per intanto, Tenaris “è molto focalizzata sulle fonti non convenzionali”.

Il gruppo italo-argentino stima che la domanda di prodotti Octg quest’anno sarà pari a 12,1 milioni di tonnellate, in crescita rispetto a 2016 (8,8 milioni) e 2015 (11,6 milioni), ma in calo sul 2014 (17,7 milioni).

Ampio spazio, nelle domande degli analisti, all’evoluzione delle importazioni in Usa da parte dei produttori coreani, colpiti da dazi che, però, non ne hanno scalfito in modo sostanziale la quota di mercato (pari al 25% circa dell’import totale). “Penso che non sia sostenibile nel lungo termine”, ha spiegato Rocca. “anche se per ora c’è un’inerzia delle importazioni”. L’AD ha posto l’accento sull’impatto che avrà sui produttori coreani l’incremento dei prezzi delle materie prime in Cina, in particolare delle bobine laminate a caldo. Tra l’altro, ha preannunciato una nuova decisione del dipartimento del commercio Usa sui dazi, “crediamo nel maggio 2018”.

Il titolo Tenaris, dopo l’investor presentation, si è portato sui massimi di seduta: attorno alle 15,45, infatti, sale dell’1,25%, a 12,11 euro, dopo un picco di 12,18 euro.

(Massimo Gaia)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana, con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon le parole “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below