14 marzo 2017 / 14:49 / tra 6 mesi

PUNTO 1-Fiat Chrysler, Ceo Volkswagen non esclude colloqui su fusione

(Unisce storie)

WOLFSBURG, Germania, 14 marzo (Reuters) - Il ceo di Volkswagen, Matthias Mueller, lascia la porta aperta a possibili colloqui per una fusione con Fiat Chrysler (Fca) , dopo i dati che evidenziano un calo dell‘utile operativo del suo marchio principale.

La società dovrà affrontare una concorrenza più agguerrita in Europa, dopo l‘operazione tra PSA e Opel, controllata General Motors.

Marchionne ha detto, la scorsa settimana al salone dell‘auto di Ginevra, che il partner ideale per una fusione con Fca è GM , aggiungendo però che Volkswagen è una buona alternativa e che sono possibili colloqui.

“Non escludo una conversazione”, ha detto Mueller ai giornalisti dopo la conferenza stampa sui risultati.

“Sarebbe molto utile se il signor Marchionne volesse comunicare le sue valutazioni a me e non solo a voi”, ha aggiunto Mueller parlando con i giornalisti.

“Sono piuttosto fiducioso sul futuro di Volkswagen, con o senza Marchionne”, ha aggiunto.

La scorsa settimana Mueller sembrava escludere l‘ipotesi Fiat Chrysler.

“Non siamo pronti per colloqui su nulla”, aveva detto ai giornalisti a Ginevra. “Non vedo Marchionne da mesi”.

Le azioni Fca perdevano lo 0,5% prima delle dichiarazioni di Mueller e, alle 15,45, salgono dello 0,7% a 10,48 euro, in un mercato che ha reagito in modo lento alle dichiarazioni.

LE DIFFICOLTA’ DEL MARCHIO VOLKSWAGEN

Volkswagen ha detto il mese scorso di aver realizzato un utile operativo 2016, escluse le poste straordinarie, record, grazie a Porsche e al recupero di Scania.

I dati per marchio, diffusi per la prima volta, rivelano che Volkswagen ha chiuso l‘anno con un ribasso del 10% dell‘utile operativo, a 1,9 miliardi di euro, che corrisponde a un margine in contrazione all‘1,8 dal 2% del 2015.

Hanno pesato la riduzione dei ricavi e l‘aumento dei costi di marketing, dopo l‘ammissione, a settembre 2015, di aver manipolato i test sulle emissioni negli Usa.

Il gruppo nel suo complesso è cresciuto conquistando il primo posto come produttore mondiale, davanti a Toyota, ma gli analisti ritengono che il marchio Volkswagen sia decisivo per le prospettive future.

Volkswagen, che rappresenta metà dei ricavi 2016 ma solo il 10% dell‘utile operativo, a novembre ha raggiunto un accordo con il sindacato per tagliare decine di migliaia di posti di lavoro al fine di risparmiare 3,7 miliardi di euro annui.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below