9 marzo 2016 / 16:12 / tra 2 anni

PUNTO 1-DiaSorin, conti in crescita in 2015, dividendo sale a 0,65 euro

(Aggiunge dichiarazioni da conference call, confronto con piano, aggiorna titolo)

MILANO, 9 marzo (Reuters) - DiaSorin ha chiuso il 2015 con ricavi, Ebitda e utile in crescita, proponendo la distribuzione di un dividendo in aumento rispetto all‘esercizio precedente.

Il fatturato, si legge in un comunicato della società attiva nella diagnostica, si è attestato a 499,2 milioni, in crescita del 12,5% a cambi correnti (+6% a cambi costanti). L‘Ebitda è salito del 15,4%, a 185 milioni, e l‘Ebit del 17%, a 152 milioni. Il margine Ebitda è salito al 37,1% dal 36,1% del 2014. L‘utile netto è cresciuto del 19,6%, a 100,5 milioni.

Il saldo netto di Liaison e Liaison XL installate l‘anno scorso è stato pari a +464 unità.

Il piano triennale, presentato il 12 maggio scorso, indicava per l‘anno scorso una previsione di ricavi pari a 480-485 milioni e un saldo netto di piattaforme installate pari a circa 550 unità.

Al 31 dicembre scorso DiaSorin aveva una posizione finanziaria netta positiva per 267,9 milioni, in miglioramento di 101,6 milioni rispetto a un anno prima. Il free cash flow è aumentato di 16,9 milioni, a 108,2 milioni.

Il Cda proporrà all‘assemblea la distribuzione di un dividendo di 0,65 euro per azione, in crescita rispetto agli 0,60 euro dell‘esercizio precedente, per un ammontare complessivo di 45,7 milioni.

Per quanto riguarda il 2016, il gruppo guidato da Carlo Rosa prevede di registrare ricavi in crescita del 5-6% a cambi costanti ed Ebitda in aumento del 6-7% a cambi costanti.

Nel corso della conference call con gli analisti, l‘AD ha spiegato che la Cagr media indicata dal piano 2015-2017, pari all‘8% circa, “non era necessariamente a cambi costanti” e, nel frattempo, il dollaro si è rafforzato notevolmente.

Rosa, inoltre, ha motivato la decisione di non fornire una guidance sulle installazioni nette nel 2016 perché “oggi il quadro è più complicato e rischieremmo di creare confusione”; comunque, “credo che rivedremo quanto visto nel 2015”. Più in generale, il manager dell‘azienda piemontese ha detto di attendersi un anno in linea con il precedente in termini di driver della crescita.

Un accenno, infine, alla possibilità di utilizzare la cassa per operazioni di M&A, tema che s‘interseca con la decisione di non considerare, sull‘esercizio 2015 e nelle previsioni su quest‘anno, le poste straordinarie nel calcolo dell‘Ebitda. “Consideriamo alcune poste straordinarie come ricorrenti”, ha spiegato Rosa, “perché sono legate alla possibilità di cogliere le opportunità di M&A... Ci sono alcuni elementi di incertezza, che potrebbero incidere sui livelli di profittabilità, ma la previsione è ragionevole, allo stato”.

Rosa, in riferimento ai potenziali deal di M&A, ha detto che, considerando la cassa e la possibilità di andare a leva, ”è un semplice calcolo matematico dire che possiamo effettuare un‘acquisizione fino a 1 miliardo. L‘abbiamo detto più volte in passato... Abbiamo una struttura azionaria che ci consentirebbe di mantenere il controllo della società e garantirne il successo (in caso di operazione di grandi dimensioni).

Piazza Affari ha reagito negativamente ai conti: DiaSorin, infatti, poco prima delle 17, perde il 2,33%, a 47,35 euro, dopo aver oscillato tra 47 e 48,8 euro.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below