7 agosto 2015 / 13:48 / 2 anni fa

PUNTO 1-Ubi Banca, utile trim2 piatto, rafforza capitale

(Aggiunge altri dettagli, commento analista, andamento titolo)

MILANO, 7 agosto (Reuters) - Ubi archivia il secondo trimestre con un utile netto consolidato di 48,5 milioni di euro, sostanzialmente stabile rispetto allo stesso periodo e leggermente superiore alle previsioni degli analisti di 42 milioni di euro.

Dal punto di vista operativo i risultati sono sostanzialmente in linea alle attese mentre sotto il profilo patrimoniale la banca rafforza i propri coefficienti che vedono a fine giugno un CET 1 ‘phased in’ al 12,94% rispetto al 12,45% della fine del primo trimestre.

Stimato a regime il CET1 è pari al 12,33% da 12,2% di fine marzo.

“Vedo ben poche soprese dai conti. Sostanzialmente sono in linea. Il margine di interesse e le commissioni sono deboli e questo, a mio parere, influisce sul lieve calo del titolo anche se l‘utile è poco sopra le attese”, commenta un analista.

Alle 15,40 il titolo Ubi, positivo prima della diffusione dei risultati, è in calo dello 0,34% a 7,37 euro dopo un veloce balzo oltre un punto percentuale subito dopo la pubblicazione dei conti.

Il trimestre mostra ricavi in flessione principalmente a causa della debolezza del margine di interesse che scende dell‘8,3% a 416,5 milioni risentendo del minore apporto del portafoglio titoli, un risultato del trading in calo (-28,3%) mentre salgono le commissioni (+5,9%).

Scendono le rettifiche di valore nette per deterioramento crediti che nel secondo trimestre sono pari a 198,9 milioni, in calo del 13,7% rispetto all‘analogo periodo del 2014.

Nel primo semestre il costo del credito annualizzato è pari al 91 punti base rispetto ai 99 pb dei primi sei mesi dell‘anno.

Nel semestre la banca ha riportato un utile netto consolidato di 124,4%, in crescita del 17,2%. Al netto delle poste non ricorrenti il risultati è pari a 136 milioni (+3,9%) “il miglior risultato semestrale dal 2008”, sottolinea l‘istituto.

Per la restante parte dell‘anno Ubi stima un miglioramento degli impieghi, mentre “l‘evoluzione positiva del contesto macroeconomico e l‘uscita dal periodo recessivo, recentemente confermata dai principali centri studi, dovrebbe consentire di contenere il costo del credito del corrente esercizio ad un livello inferiore a quello del 2014”.

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below