3 marzo 2015 / 11:34 / tra 3 anni

PUNTO 2-Amplifon, ricavi, margini e utile in crescita in 2014, conferma cedola

(Aggiunge dichiarazioni da conference call, chiusura titolo)

MILANO, 3 marzo (Reuters) - Amplifon ha archiviato il 2014 con ricavi, margini e utile in crescita, proponendo la distribuzione di un dividendo in linea con l‘anno precedente.

L‘utile netto, si legge in un comunicato del gruppo attivo nelle soluzioni uditive, si è attestato a 46,5 milioni (+53%).

I ricavi sono saliti del 7,7%, a 890,9 milioni, mentre l‘Ebitda si è attestato a 137,7 milioni (+17,6%; al netto dell‘effetto degli oneri non ricorrenti e dei cambi la crescita è stata pari al 13,8%).

Il Cda proporrà all‘assemblea la distribuzione di un dividendo di 0,043 euro, in linea con l‘esercizio precedente.

Al 31 dicembre scorso l‘indebitamento finanziario netto era pari a 248,4 milioni, in miglioramento rispetto ai 275,4 milioni di un anno prima.

Il free cash flow è stato positivo per 78,4 milioni.

Per quanto riguarda l‘esercizio in corso, Amplifon prevede che venga confermata “l‘evoluzione favorevole del fatturato e dei principali indicatori di redditività... Obiettivo prioritario resta anche la crescita esterna, sia per accedere a nuovi paesi caratterizzati dalla presenza di crescenti segmenti di popolazione anziana e benestante, sia per consolidare la presenza nei mercati in cui si è già operativi”.

ACQUISIZIONI NEL DNA, MA NON A QUALSIASI PREZZO

Nel corso della conference call di presentazione dei conti, l‘AD Franco Moscetti ha spiegato che “i primi due mesi sono in linea con le nostre migliori aspettative”. L‘AD ha rivelato di voler raggiungere un fatturato di 1 miliardo di euro “quanto prima”. Per farlo, oltre alla crescita, sul tavolo c‘è la carta delle acquisizioni, che, ha ribadito Moscetti, “sono nel nostro codice genetico”.

Moscetti ha ribadito di “non credere nell‘integrazione verticale”, a proposito della mossa di William Demant, produttore di apparecchi acustici, che, attraverso Audika, entra nella distribuzione. Nello specifico dell‘operazione in Francia, l‘AD ha affermato che “alle stesse condizioni non sarei stato in grado di acquistare Audika”.

Il manager romano ha aggiunto di non essere “disponibile a comprare qualsiasi cosa, ad ogni prezzo e a qualsivoglia condizione”.

E a chi gli chiedeva se abbia senso l‘integrazione tra società di distribuzione e catene di ottica, Moscetti ha risposto di “non vedere sinergie... i nostri clienti hanno bisogni particolari, necessitano di soluzioni customizzate... Non vendiamo una commodity, ma una soluzione individuale: usiamo un apparecchio acustico per vendere una soluzione personalizzata”.

Amplifon, inoltre, ha annunciato la creazione della funzione di chief operating officer (Coo), affidata ad Enrico Vita, che è stato nominato anche direttore generale. Vita, nel corso della conference call, ha parlato in qualità di capo dell‘area Emea e ha preannunciato l‘acquisizione di oltre quaranta punti vendita in Germania e oltre sessanta in Francia.

Dopo un‘accelerazione, che ha portato il titolo a toccare 5,89 euro, Amplifon ha ripiegato e chiuso in rialzo dello 0,35%, a 5,7450 euro.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below