28 marzo 2014 / 11:19 / tra 3 anni

PUNTO 1-Banca Carige, rosso 2013 per 1,76 mld, vede Cet1 all'11,5% in 2018

* Cet1 Basel 3 f.c. 2013 con aumento, quota Boi all‘8,7%

* Vede utile a 219 mln, Rote 9% in 2018

* Piano vede esodo incentivato per circa 600 persone

* Titolo altalenante dopo rally ieri (Riscrive accorpando storie, aggiunge dettagli e andamento titolo)

MILANO, 28 marzo (Reuters) - Il numero uno Piero Montani lo ha definito un piano “molto impegnativo e molto faticoso”: dopo un 2013 chiuso con una perdita netta consolidata di 1,76 miliardi di euro, Banca Carige prova a voltare pagina e punta, di qui al 2018, ad un utile di 219 milioni e a rafforzare i ratio patrimoniali nel quadro di una riorganizzazione complessiva del gruppo.

In particolare, il piano prevede al 2018 Rote al 9%, un Cet1 Basel 3 fully compliant a circa l‘11,5% (dal 5,1% del 2013, 8,7% con l‘aumento di capitale da 800 milioni, la rivalutazione della quota di Banca d‘Italia e l‘applicazione delle regole di Basilea III a regime) e un cost income del 51,4% (dal 72,3% del 2013).

Grazie alle iniziative previste per la gestione del credito, il costo del credito dovrebbe scendere a 70 punti base nel 2018 dagli attuali 414 punti base.

Il piano prevede, fra l‘altro, l‘esodo incentivato per circa 600 persone e l‘assunzione di circa 150 giovani con contratto di apprendistato e l‘estensione del part-time, la eventuale cessione di crediti non performing inferiori ai 100.000 euro e la semplificazione organizzativa con la fusione quest‘anno di Carige Vita verso un modello di Banca Unica.

Il titolo in borsa ha accolto le novità con un andamento altalenante dopo aver corso ieri in attesa dei risultati, del piano 2014-2018 e del rafforzamento patrimoniale. A proposito dell‘aumento di capitale da 800 milioni, che dovrebbe aver luogo a giugno, il consorzio esistente (sono stati sottoscritti accordi di pre-underwriting con Mediobanca, Citigroup, Credit Suisse, Deutsche Bank e UniCredit, Commerzbank e Nomura) è stato allargato a Banco Santander.

ASSICURAZIONI SOTTO LENTE CONSOB, IVASS, ANCORA NO OFFERTE

Nel comunicato con cui ha annunciato i risultati di bilancio la banca ha anche risposto alla richiesta di informazione giunta da Consob che ha ravvisato la non conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS dei bilanci d‘esercizio e consolidato 2012 della banca.

L‘istituto genovese ha inoltre approvato un aumento di capitale di 92 milioni per Carige Assicurazioni come richiesto dall‘Ivass “per ripristinare le condizioni d‘esercizio della compagnia” a seguito della chiusura delle verifiche ispettive recentemente svolte dall‘authority su Carige Vita Nuova e Carige Assicurazioni.

Gli effetti contabili delle osservazioni formulate da Ivass nell‘ambito degli accertamenti svolti sono stati riflessi nel bilancio consolidato 2013, dice la banca.

“Non ci sono necessità di ulteriori rabbocchi patrimoniali”, ha assicurato Montani.

Solo adesso, secondo l‘AD, ci sono tutte le condizioni perché i pretendenti che hanno espresso generiche manifestazioni di interesse per le due compagnie assicurative possano formulare un‘offerta vincolante.

“Chiunque fosse stato interessato ha aspettato il bilancio della banca, quello delle assicurazioni e l‘esito dell‘ispezione Ivass. Come avrebbe potuto fare prima una offerta vincolante?”, ha osservato.

Montani ha auspicato una vendita in tempi rapidi e comunque nell‘arco del piano, e ad un prezzo congruo. “Abbiamo intensificato con numero di risorse e qualità delle persone l‘attività su questo fronte”, ha aggiunto.

PESANTI SVALUTAZIONI GOODWILL, RETTIFICHE SU CREDITI IN 2013

Sul risultato 2013 hanno inciso svalutazioni degli avviamenti pari a 1,67 miliardi di euro e l‘iscrizione di rettifiche di valore sul portafoglio crediti per cassa di 1,06 miliardi. Rettifiche sono state fatte anche nel comparto assicurativo per 185 milioni.

Nel quarto trimestre circa 2 miliardi di governativi available for sale sono stati venduti e reinvestiti in titoli con scadenza inferiore riducendo la vita media residua del portafoglio a 2,9 anni con perdite per 202,3 milioni netti.

Sull‘anno hanno registrato un rallentamento le masse intermediate riferite alla clientela retail (-4,6% gli impieghi lordi a 24,2 miliardi e -3,1% la raccolta diretta a 20,1 miliardi). L‘andamento della gestione ordinaria ha visto una flessione del 16% del margine di interesse e del 7% delle commissioni nette, mentre i costi operativi si sono ridotti del 2% al netto delle componenti non ricorrenti.

In crescita il risparmio gestito (+4,9% a 10,5 miliardi) grazie alla ripresa della sottoscrizione di fondi comuni e alla crescita del 34% del collocamento di prodotti bancario-assicurativi.

Carige ha detto infine di avere in programma di rimborsare quest‘anno circa l‘80% di fondi Ltro della Banca centrale europea.

Intorno alle 12,15 Banca Carige in borsa avanza dello 0,6% circa a 0,57 euro, con volumi già superiori alla media di un‘intera seduta calcolata su 30 giorni. L‘indice milanese generale sale dell‘1,3%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below