16 gennaio 2014 / 15:43 / 4 anni fa

PUNTO 2-Recordati tonica in borsa dopo stime marginalità 2014

(Aggiunge altri dettagli da nota, studio)

MILANO, 16 gennaio (Reuters) - Seduta sugli scudi per la farmaceutica Recordati dopo che il presidente e AD Giovanni Recordati ha previsto un miglioramento della redditività per l‘anno in corso - Ebit margin al 22% e net income margin superiore al 15% - a fronte di vendite in accelerazione dell‘8-10%, a oltre il miliardo di euro.

In un‘intervista a Bloomberg, il numero uno dell‘omonimo gruppo ha anche anticipato che i risultati 2013 saranno in linea o leggermente superiori alle stime della società (vendite superiori a 930 milioni, utile operativo oltre 190 milioni e utile netto di almeno 132 milioni).

La società ha poi puntualizzato, in una nota, che prevede di realizzare un utile operativo superiore ai 220 milioni di euro - confermando un margine del 22% sui ricavi - e un utile netto oltre 150 milioni di euro, con un margine del 15%. I ricavi sono confermati superiori al miliardo di euro, in crescita di circa l‘8% grazie al consolidamento di Opalia Pharma e Laboratorios Casen Fleet. Le spese di ricerca e sviluppo sono attese in crescita a circa il 9% dei ricavi.

Nella nota, Recordati ha detto che le attività e le iniziative di sviluppo intraprese nel corso del 2013 “contribuiranno a incrementare la redditività delle nostre operazioni e ci consentiranno di raggiungere gli obiettivi di utile operativo e di utile netto, previsti nel piano industriale, con un anno di anticipo”.

Secondo le ultime stime del piano industriale, l‘utile netto avrebbe infatti dovuto toccare i 140-150 milioni di euro nel 2015.

Le indicazioni sulla marginalità 2014 fornite già con l‘intervista sono state giudicate superiori alle attese dai broker italiani: ne hanno beneficiato oggi le quotazioni del titolo Recordati che, con volumi più che doppi rispetto alla media giornaliera a 30 giorni intorno alle ore 17, ha aggiornato oggi i massimi storici a 10,85 euro.

Alla stessa ora il titolo scambia in rialzo di un abbondante punto percentuale a 10,7 euro nel contesto di un mercato in ribasso dello 0,85%..

“L‘obiettivo di un utile netto di più di 150 milioni di euro è una buona notizia”, nota un broker. “150 milioni sono il 4,2% superiori alle stime di consensus e la nostra previsione per il 2014 è di 141,8 milioni”.

“In base alle prime indicazioni fornite dall‘AD, calcoliamo che le attese di consensus in termini di Eps FY 2014 potrebbero essere migliorate di circa il 7/8%”, commenta Intermonte nella nota odierna, confermando la raccomandazione “outperform” sul titolo con prezzo obiettivo 11,4 euro.

Per Equita c‘è “spazio per alzare le stime mid-single digit”, e “i multipli restano ben sopra la media storica”.

L‘AD, nell‘intervista, ha anche anticipato come imminenti due “importanti” accordi: uno relativo ai diritti di distribuzione di un farmaco in alcuni paesi europei e un altro legato al lancio di una tecnologia per sviluppare prodotti per il settore dei farmaci orfani.

Recordati, parlando con Bloomberg, ha infine ribadito la propria strategia di crescita per linee esterne con un interesse particolare per la Polonia. “Probabile” anche la proposta di aumentare il dividendo totale in linea con l‘incremento del 10% dell‘acconto.

Per il testo integrale del comunicato diffuso dalla società, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below