30 ottobre 2013 / 13:34 / tra 4 anni

SINTESI-Fiat taglia obiettivi 2013, Ipo Chrysler entro anno - Marchionne

* Fiat taglia previsioni 2013

* Ipo Chrysler in 2013, ma accordo con Veba ancora possibile

* A inizio 2014 nuovo piano quinquennale

* Bene Emea, cala Brasile dopo fine incentivi (Aggiunge dichiarazioni Marchionne, contesto, accorpa pezzi)

di Stefano Rebaudo

MILANO, 30 ottobre (Reuters) - Fiat rivede al ribasso le previsioni 2013, indicando un valore medio più basso rispetto alle previsioni degli analisti e segna nel trimestre un utile della gestione ordinaria (trading profit) di 816 milioni, minore delle attese.

Sul fronte trattative con Veba sul 41,5% di Chrysler, l‘AD Sergio Marchionne dice che la società Usa va verso l‘Ipo, che si potrà realizzare già quest‘anno, ma Fiat punta sempre al 100% del capitale della società Usa. Due elementi che potrebbero trovare una sintesi in un accordo per la cessione poco prima del via libera all‘offerta.

Fiat inoltre intende presentare il nuovo piano quinquennale a inizio 2014.

Sul fronte risultati, Chrysler conferma le stime sul 2013 grazie alle attese per un quarto trimestre molto forte, dopo la debolezza del terzo trimestre, dovuta ai ritardi sulle consegne della Jeep Cherokee.

FIAT, RISULTATI PEGGIORI DI ATTESE

Secondo una nota della società, il gruppo chiude il trimestre con utile della gestione ordinaria in calo a 816 milioni dai 901 milioni del 2012; ricavi a 20,7 miliardi, in rialzo dell‘1,4%. L‘utile netto sale a 189 da 171 milioni.

Il debito netto industriale a fine settembre si attesta a 8,3 miliardi, la liquidità disponibile a 20,1 miliardi, in calo di 0,8 miliardi di fine giugno.

Secondo il consensus elaborato dalla società, il trading profit di Fiat era atteso a 915 milioni, quello di Chrysler a 790 milioni, quello di Ferrari e Maserati a 100 milioni. Il debito netto industriale era previsto a 7,6 miliardi.

Le azioni Fiat in borsa hanno chiuso in ribasso del 2,23% a 5,7 euro, con scambi oltre quattro volte la media giornaliera, dopo una partenza positiva sulla confermne di Chrysler e una successiva caduta sul taglio delle stime di Fiat.

TAGLIO OBIETTIVI 2013, MA HA PESATO EFFETTO CAMBI

Fiat ha rivisto l‘obiettivo 2013 per i ricavi a 88 miliardi, di trading profit a 3,5-3,8 miliardi, di utile netto a 0,9-1,2 miliardi, di debito netto a 7-7,5 miliardi.

Marchionne, durante la call, ha detto che i target, al netto dell‘effetto cambio, sono stati rispettati.

Gli obiettivi precedenti sul 2013 indicavano fatturato a 88-92 miliardi di euro, trading profit a 4,0-4,5 miliardi, utile netto a 1,2-1,5 miliardi, debito netto a 7 miliardi.

Una fonte nei giorni scorsi ha detto che Fiat mancherà i target in Brasile quest‘anno e il prossimo e che questo avrebbe comportato un profit warning sul 2013.

Ma gli analisti, secondo la mediana del consensus elaborato da Fiat, già stimavano trading profit 2013 a 3,825 miliardi, quindi sotto la guidance, e debito industriale netto a 7,325 miliardi, al di sopra. Il consensus per il trading profit di Chrysler era a 3,290 miliardi di euro.

MIGLIORA AREA EMEA, BRASILE GIU’ SU FINE INCENTIVI

L‘area Emea evidenza un‘inversione rispetto ai periodi precedenti, con un aumento del 4% in termini di volumi e ricavi in rialzo dell‘1% a 3,9 miliardi e riduce le perdite di 73 milioni a 165 milioni.

NAFTA ha segnato un aumento dei ricavi del 2% a 11 miliardi, ma un calo del trading profit a 535 da 614 milioni per i maggiori costi industriali e l‘effetto cambi.

Ricavi in America Latina in calo del 17% a 2,4 miliardi, ma rispetto ai massimi del 2012 che avevano beneficiato degli incentivi in Brasile; trading profit a 165 da 341 milioni.

L‘area Asia e Pacifico segna un aumento del fatturato del 45% a 1,2 miliardi, l‘utile del 32% a 96 milioni.

Per leggere il comunicato integrale cliccare

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below