2 luglio 2013 / 14:38 / 4 anni fa

PUNTO 1-Maire Tecnimont vede ricavi 2015 pari a circa 2,1 mld, Ebitda 170 mln

(Aggiunge dettagli da slide, andamento titolo)

MILANO, 2 luglio (Reuters) - Maire Tecnimont vede ricavi pari a circa 2,1 miliardi di euro e un Ebitda vicino ai 170 milioni nel 2015.

E’ quanto si legge in una slide di una presentazione pubblicata sul sito della società attiva nell‘ingegneristica.

I target sono contenuti nel business plan 2013-2017, i cui dettagli sinora non erano stati comunicati.

La posizione finanziaria netta è stimata vicino al breakeven nel 2015. Maire prevede una posizione finanziaria netta positiva entro la fine del piano.

Maire ha archiviato il 2012 con ricavi pari a 2,187 miliardi, un Ebitda negativo per 159 milioni e un indebitamento netto di 226 milioni.

La presentazione del gruppo guidato da Pierroberto Folgiero e presieduto da Fabrizio di Amato è dedicata essenzialmente al piano di riassetto finanziario da circa 500 milioni di euro.

Maire ha varato un aumento di capitale fino a 134,7 milioni, partito ieri, e ha preannunciato che entro il 2016 cederà asset per circa 300 milioni di euro, cifra che comprende 65 milioni già incassati dalla vendita, il 17 giugno scorso, della quota nel consorzio Cociv (alta velocità Milano-Genova) e nella metropolitana di Copenhagen.

A proposito di queste due cessioni già annunciate, Maire spiega che il portafoglio ordini, pari a circa 5,2 miliardi a fine marzo, verrà ridotto di circa 1,5 miliardi per effetto dell‘uscita dai due progetti.

In generale, la presentazione si focalizza sulla nuova strategia del gruppo, che prevede una focalizzazione sull‘oil&gas e una riduzione della presenza nelle costruzioni.

Per quanto riguarda l‘aumento, una slide ricorda che GLV Capital, a cui attualmente fa capo il 55,02% del capitale, si è impegnata a sottoscrivere almeno 66 milioni di euro, mentre Ardeco (10%) sottoscriverà pro-quota, ovvero per 13,5 milioni.

A Piazza Affari, giornata in netto calo per Maire Tecnimont: attorno alle 16,30, il titolo è in asta di volatilità e segna un ribasso teorico del 17,15%, a 0,9230 euro, che corrisponde all‘ultimo prezzo valido. Ugualmente in asta di volatilità i diritti, che cedono un teorico 25,6%, a 1,25 euro.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below