5 aprile 2013 / 16:29 / tra 5 anni

PUNTO 1-TI Media,La7 ceduta per stop loss,se no continua necessità cash

(Riscrive parzialmente con nuove dichiarazioni)

ROZZANO, 5 aprile (Reuters) - TI Media ha ceduto le sue reti Tv La7 e La7d per mettere fine alle perdite, che nel tempo avrebbero pesato più della dote concessa a Cairo per chiudere l‘operazione.

In alternativa il gruppo avrebbe avuto bisogno di forti iniezioni di liquidità che la controllante Telecom non era disposta a concedere.

Lo ha detto il presidente della società Severino Salvemini che, nel suo discorso introduttivo all‘assemblea dei soci, ha sottolineato anche che la scelta di non considerare le manifestazioni di interesse giunte solo alle battute finali del processo di cessione è stata dettata dalla volontà di “non rischiare di perdere il certo per l‘incerto”.

“Telecom Italia Media ha realizzato (con la cessione) un‘operazione di stop loss in quanto la società si sarebbe altrimenti dovuta far carico in futuro di un impegno economico maggiore del contributo riconosciuto al compratore”, ha detto Salvemini.

Senza la cessione, “le perdite previste avrebbero richiesto un sostegno patrimoniale continuo da parte dei soci determinando robusti aumenti di capitale”, ha aggiunto il manager nel corso dell‘assemblea. “Non c‘era diponibilità di Telecom Italia a continuare questo tipo di percorso”.

PROPOSTA DELLA VALLE GENERICA E NON VINCOLANTE

La scelta è stata dunque tra Clessidra e Cairo, mentre le proposte di Diego Della Valle e di Francesco Di Stefano non sono state considerate perchè “molto preliminari e non sufficientemente determinate”.

L‘offerta di Della Valle, ha spiegato Salvemini agli azionisti, era dunque “generica e non vincolante dal punto di visto del prezzo”. “Le offerte giunte in zona Cesarini avrebbero richiesto approfondimenti e un allungamento dei tempi già prorogati a fronte di una scandeza indifferibile di procedere allo stop loss. Non sarebbe stato giustificabile interrompere o differire le trattative”, ha detto.

In base ai dati Auditel è emerso intanto che gli ascolti del network La7 (La7 e La7d) hanno raggiunto nel primo trimestre il 4,64% di share nel totale giornata e il 6% in prime time, rispettivamente a +24,7% e +47,8% sullo stesso periodo 2012. La7 da sola segna uno share del 4,21% nel totale giornata (+24,6%) e del 5,52% in prima serata (+50,8%).

Mtv, che a differenza delle altre due reti resterà a TI Media, ha registrato nei tre mesi uno share dello 0,65%, con marzo a 0,7%.

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below