28 maggio 2012 / 11:49 / 5 anni fa

PUNTO 2-Intesa, netto 2012 non calcolabile trim1 per 4, rigore compensi

(Riscrive accorpando pezzi)

di Gianluca Semeraro

TORINO, 28 maggio (Reuters) - Intesa Sanpaolo è consapevole di muoversi in un contesto macroeconomico ancora incerto e per questo motivo invita a non pronosticare l‘utile netto del 2012 moltiplicando per quattro il risultato conseguito nel primo trimestre, pari a 804 milioni, pur confermando l‘obiettivo di distribuzione di un dividendo almeno uguale al 2011.

Lo ha detto il Ceo Enrico Cucchiani, rispondendo agli azionisti, nel corso dell‘assemblea annuale.

“Dobbiamo essere cauti nelle estrapolazioni per il futuro. Certamente non possiamo pensare oggi di moltiplicare per quattro il risultato del primo trimestre”, ha spiegato Cucchiani.

“Il contesto è altamente incerto - ha proseguito l‘AD - e c‘è una recessione in corso, l‘eurozona è sotto stress e anche il settore bancario è sotto una forte pressione mentre il quadro politico europeo continua a presentare elementi di incertezza”.

“A meno di fatti imprevedibili ci sentiamo di impegnarci moralmente a dare un dividendo almeno pari al 2011. Confermiamo inoltre un Core Tier 1 al di sopra dei livelli Eba”, ha poi aggiunto.

Cucchiani ha proseguito dicendo che la banca manterrà una strategia “estremamente prudenziale” dal punto di vista del leverage ed è “determinata a perseguire una strategia di elevata liquidità”.

Su questo punto è intervenuto anche il presidente del consiglio di gestione Andrea Beltratti sottolineando come “il 2012 presenta scadenze inferiori del 50% rispetto ai collocamenti medi dei quattro anni precedenti”.

FONDAZIONI AZIONISTE CHIEDONO SOBRIETA’ PER COMPENSI

Uno dei punti all‘ordine del giorno dell‘assemblea riguardava la relazione sulle politiche di remunerazione del gruppo.

A questo proposito è intervenuto Piero Gastaldo, segretario di Compagnia di San Paolo, che a nome di tutte le fondazioni azioniste, ha chiesto, preannunciando voto favorevole, che siano comunque adottati criteri di sobrietà nelle politiche di remunerazione e che sia garantito un adeguato monitoraggio sui costi della governance. Per dettagli

La risposta è stata l‘occasione per il presidente del Cds Giovanni Bazoli per annunciare che dall‘1 maggio e fino a fine mandato sia lui sia Beltratti hanno deciso in maniera autonoma di decurtarsi il compenso di un terzo.

Bazoli ha poi riconosciuto che la crisi economica “è peggiorata di molto rispetto a due anni fa, quando furono rinnovati gli organi collegiali e questo legittima l‘invito a rivedere alla luce del nuovo scenario le decisioni che furono prese allora”.

“Una risposta coerente con le aspettative”, ha poi sottolineato Gastaldo al termine dell‘assemblea, precisando che il riferimento ai costi della governance include anche il tema dello snellimento degli organi.

Il campione di riferimento per la definizione delle politiche di remunerazione - ha poi spiegato Bazoli - è formato da 16 gruppi bancari europei ed esclude le banche di investimento. “Intesa si posiziona nelle fasce inferiori del campione”, ha sottolineato.

Sul tema era intervenuto poco prima anche Cucchiani, spiegando che la retribuzione dell‘amministratore delegato di Intesa Sanpaolo è pari a 42,6 volte quella media degli altri dipendenti, circa la metà di quanto accade in Europa dove il multiplo è di 80,5 e ben al di sotto rispetto alle prime tre retribuzioni di imprese italiane.

La mappa dell‘azionariato di Intesa, emersa in assemblea, è pressoché stabile con una lieve limatura per la Fondazione Cariparo che scende al 4,77% rispetto al 4,84% risultante dall‘ultimo aggiornamento del sito web della banca.

Invariate le altre posizioni: Compagnia di San Paolo ha il 9,71%, Fondazione Cariplo il 4,94%, Ente Carifirenze il 3,32%, Generali il 3,27%, Blackrock il 2,43% e Fondazione Carisbo il 2,02%.

Credit Agricole risulta a libro soci con il 3,81% ma - ha ricordato il presidente del consiglio di sorveglianza Giovanni Bazoli - nel corso della presentazione della trimestrale ha dichiarato di essere scesa al 2,9%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below