9 maggio 2012 / 16:53 / tra 6 anni

PUNTO 1-Cucinelli, salgono utili e ricavi trim1, ottimista su 2012

(Riscrive aggiungendo dichiarazioni Cucinelli)

MILANO, 9 maggio (Reuters) - Brunello Cucinelli chiude il primo trimestre con utili e ricavi in crescita e guarda con ottimismo all‘intero anno, che offre buone prospettive per la nicchia del “lusso assoluto” in cui opera il gruppo umbro del cashmere.

“Vedo un anno positivo, un anno bello. Per questi prodotti di lusso italiani vedo una situazione molto positiva”, ha commentato in un‘intervista telefonica a Reuters il fondatore, AD e presidente Brunello Cucinelli. “Siamo in linea con le previsioni”.

Il settore del “lusso assoluto” - un segmento che a livello globale nel 2011 valeva circa 40 miliardi di euro - a partire dal 2000 ha performato meglio del mercato, con un trend di crescita che anche nel 2012 dovrebbe confermare la sua forza, come è stato sottolineato anche nel tradizionale aggiornamento primaverile dell‘Osservatorio Altagamma, che si è tenuto lunedì a Milano.

Il gruppo di Solomeo, sbarcato con successo a Piazza Affari il 27 aprile, nei primi tre mesi dell‘anno ha registrato un utile netto di 7,2 milioni di euro, in crescita del 36%, ricavi netti a 77,6 milioni (+17,1%), Ebitda in aumento del 27,6% a 12,9 milioni.

I dati non includono l‘operazione di cessione del contratto di affitto del negozio di Milano Via Spiga che ha generato nel trimestre una plusvalenza pari a circa un milione di euro.

L‘indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2012 si attestava a 57,8 milioni - senza tener conto dei 59 milioni di euro di proventi dell‘Ipo - rispetto ai circa 48 milioni al 31 dicembre 2011 e ai 56,4 milioni del 31 marzo 2011.

Il marchio Brunello Cucinelli, presente in oltre 50 mercati a livello mondiale, ha vissuto nel primo trimestre dell‘anno un‘ulteriore espansione a livello internazionale.

Da inizio 2012 il gruppo ha aperto cinque negozi monomarca, tra cui Shanghai (aprile), Hong Kong (aprile) e Madrid (marzo).

Per fine anno in termini di nuove aperture “rispetteremo il progetto che abbiamo, l‘obiettivo è di fare aperture sane, in location bellissime. Per tutte le aperture previste abbiamo gli affitti in mano, i contratti fatti”, ha detto Cucinelli.

A livello geografico, nonostante la crisi “siamo riusciti a tenere bene”, ha sottolineato Cucinelli. Le vendite nel primo trimestre sono risultate sostanzialmente in linea con i primi tre mesi dello scorso anno, attestandosi a 24 milioni di euro (-1,2%), che rappresentano il 30,9% del totale dei ricavi (36,7% nel 2011).

I ricavi sugli altri mercati europei hanno visto una crescita del 18%, passando a 24,2 milioni. Ancora più significative le performance in Nord America (+30,6%), Greater China (+23,5%) e resto del mondo, in crescita del 59,8% anche grazie agli ottimi risultati di Giappone e Corea.

Il primo trimestre ha poi registrato importanti tassi di crescita in tutti i canali di vendita, particolarmente significativi nei canali monomarca.

In borsa il titolo, collocato a 7,75 euro, non è mai sceso sotto i 10 euro toccando il 2 maggio un massimo a 12,32. Oggi ha chiuso in calo del 3,5% a 10,65 euro in un mercato debole, con il FTSE Mib in ribasso dell‘1,2%.

(Sabina Suzzi)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below