8 maggio 2012 / 17:03 / 5 anni fa

PUNTO 1-Unipol/Fonsai,fiducia in accordo concambi entro 17/5-Erbetta

(Aggiunge dettagli e contesto)

di Gianluca Semeraro

MILANO, 8 maggio (Reuters) - L‘AD di Fondiaria-Sai , Emanuele Erbetta, è fiducioso che si possa trovare un‘intesa sui concambi per l‘integrazione con Unipol in tempo per l‘assemblea di Premafin del 17 maggio.

“Pensiamo di farcela”, ha infatti dichiarato lasciando la sede milanese di Fonsai e aggiungendo che i lavori stanno procedendo bene.

Il manager, insieme al direttore generale Piergiorgio Peluso, ha incontrato l‘AD di Unipol Carlo Cimbri, come confermano due fonti vicine alla situazione, senza però dare dettagli sui contenuti dell‘incontro.

Una fonte vicina alla situazione ha riferito che la riunione si sarebbe tenuta a Bologna.

Il tema concambi terrà dunque banco per tutta la settimana con incontri a catena che si terranno nei prossimi giorni, spiega una delle fonti.

Ieri è stata avanzata un‘ipotesi di compromesso che vedrebbe una quota detenuta da Unipol nella compagnia che nascerà dalla fusione a quattro, coinvolgendo anche Premafin e Milano Assicurazioni, intorno al 61-62%. Percentuale che farebbe più contenta Fonsai, che chiede il 60%, che Unipol che invece punta al 66,7%, per tutelarsi da minoranze di blocco nelle straordinarie.

Resta sullo sfondo la possibilità di una contromossa di Sator e Palladio, le due finanziarie, che fanno capo a Matteo Arpe e Roberto Meneguzzo rispettivamente, che avevano lanciato un‘offerta alternativa su Premafin, scaduta il 30 aprile. Le due società hanno sciolto il patto su Premafin mantenendo quello su Fonsai, in cui detengono complessivamente l‘8%. Ciò farebbe pensare che la contromossa possa riguardare direttamente la compagnia fiorentina.

Intanto oggi nel pomeriggio c‘è stato un summit della famiglia Ligresti con l‘adviser Banca Leonardo. L‘incontro è servito per fare “il punto della situazione”, come riferito da una fonte vicina alla situazione.

Domani invece ci sarà un incontro tra le banche creditrici di Premafin e l‘adviser della holding Banca Leonardo.

Oggi si è tenuto il Cda di Milano Assicurazioni sui conti del primo trimestre che vede un ritorno all‘utile per 17 milioni contro la perdita di 16,6 milioni di un anno prima. Il solvency ratio è al 138% dal 133,8% di fine 2011.

Massimo Pini è il nuovo presidente della compagnia al posto di Angelo Casò, che ha rassegnato le dimissioni per la normativa sui doppi incarichi. Il consiglio è stato integrato con Paolo Arbarello, Nicola Maione, Ugo Milazzo, Antonio Salvi, Roberto Schiesari e Giuseppe Tardivo.

Aldo Milanese, che si era dimesso il 26 aprile scorso per la normativa sui doppi incarichi, resta in consiglio in quanto ha rassegnato successivamente le dimissioni dalla carica che aveva fatto scattare l‘incompatibilità.

Milanese, Maione e Salvi si aggiungono a Nicola Miglietta nel comitato degli indipendenti istituito per le operazioni correlate della compagnia con riferimento all‘operazione con Unipol.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below