13 marzo 2012 / 08:55 / tra 6 anni

PUNTO 2- Snam, investimenti aumentano a 6,7 mld in piano al 2015

* Crescita Rab annua attesa al 4% da 4,3% in piano precedente

* Dividendo 2012, confermato aumento 4% su 2011

* Società punta a creare hub italiano del gas

* Titolo +0,5% in Borsa in linea con settore (aggiunge commento altro analista)

MILANO, 13 marzo (Reuters) - Snam incrementa di poco sotto il 5% il piano di investimenti nel quadrienno 2012-2015 portandolo a 6,7 miliardi di euro - erano 6,4 miliardi nel piano precedente - di cui 1,4 miliardi quest‘anno, con l‘obiettivo di sviluppare il sistema di infrastrutture gas in Italia e sostenere e incrementare le opportunità di crescita della società nel medio e lungo termine.

Con la realizzazione del piano quadriennale di investimenti, il valore della Regulated Asset Base (valore del capitale investito netto) consolidata di Snam è stimato in crescita di circa il 4% medio annuo sino al 2015, sottolinea un comunicato della società guidata da Carlo Malacarne che nel pomeriggio incontra la comunità finanziaria. Si stima, inoltre, che la quota di Rab incentivata passi da circa il 26% del 2011 a circa il 40% nel 2015.

Nel precedente piano la crescita della Rab era attesa al 4,3% annuo.

Alle 12,00 il titolo è in rialzo dello 0,55% a 3,7 euro in linea con l‘andamento del settore di riferimento a livello europeo.

“Il titolo sta reagendo bene al piano anche se attendiamo maggiori dettagli dall‘incontro con gli analisti perché da un lato c‘è l‘incremento degli investimenti, dall‘altro il calo della Rab media annua”, osserva un analista di una banca d‘affari straniera.

Secondo un altro, “i target finanziari sono in linea con le attese e la generosa politica dei dividendi dovrebbe continuare a sostenere le azioni”.

“Il piano Strategico 2012-2015 crea le condizioni per candidare Snam a divenire uno dei principali operatori infrastrutturali integrati a livello europeo, in linea con gli sviluppi legislativi, della regolazione e con le aspettative degli stakeholder del sistema gas”, ha così commentato il piano l‘AD Malacarne. Che aggiunge: “L‘alleanza strategica siglata con Fluxys e la recente acquisizione di quote di partecipazione nell‘Interconnector rappresentano i primi passi di uno sviluppo che consentirà la creazione del corridoio per il transito del gas dal sud verso il centro e il nord Europa, con l‘Italia in qualità di hub”.

Quanto alla politica dei dividendi, Snam conferma la politica dei dividendi che per il 2012 prevede una crescita del dividendo per azione stimata pari al 4% rispetto ai 0,24 euro per azione del 2011.

Andando nel dettaglio, per quanto riguarda l‘attività trasporto e rigassifcazione, il piano prevede che le opere programmate di incrementare la capacità di trasporto sia estendendo di circa 1.000 km la rete di trasporto rispetto ai circa 32.000 km del 2011, sia incrementando la potenza installata nelle centrali di compressione di circa il 4% rispetto al 2011 (884 Mw).

Nello stoccaggio, l‘obiettivo è di migliorare la sicurezza e la flessibilità complessiva del sistema e di rendere disponibili servizi di stoccaggio al mercato industriale.

Nella distribuzione la società punta a incrementare il numero delle utenze esistenti, che al 2015 dovrebbero raggiungere i circa 6,4 milioni di contatori, in crescita dell‘8% rispetto ai 5,9 milioni di contatori del 2011.

Nel piano non si fa cenno al progetto di separazione proprietaria di Eni (che controlla il 52,5% del capitale) da Snam, così come previsto dal decreto sulle liberalizzazioni, se non nella parte relativa alla struttura finanziaria. A tal proposito Snam, si legge nel comunicato, ha avviato il progetto per poter avere accesso diretto al mercato dei capitali per il rifinanziamento del proprio debito entro fine anno. Il deconsonsolidamento di Snam da Eni dovrà avvenire entro settembre 2013 in base a un Dpcm che il premier Mario Monti dovrà emanare entro fine maggiio.

Nel periodo del piano, infine, Snam di impegna a mantenere l‘obiettivo di un leverage medio compreso fra il 50% e il 55% in termini di debito/Rab.

(Giancarlo Navach)

Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129518, Reuters messaging: giancarlo.navach.reuters.com@reuters.net Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below