3 luglio 2009 / 14:21 / 8 anni fa

SINTESI - Piaggio rivede piano, vede migliorare giudizio Moody's

(unisce take, aggiunge contesto)

MILANO, 3 luglio (Reuters) - Piaggio (PIA.MI) nel nuovo piano rivede le previsioni del triennio, in ribasso sul 2010, prevede un miglioramento del giudizio dell‘agenzia di rating Moody’s e una cedola in linea con gli utili prodotti.

Lo hanno detto i vertici del gruppo durante un incontro con la comunità finanziaria.

Il gruppo, durante l‘incontro con gli analisti, ha indicato le previsioni per il periodo 2009-2012, che vedono una significativa riduzione sul 2010 rispetto ai dati forniti a maggio 2008 precedenti all‘esplodere della crisi finanziaria a settembre dello stesso anno e alla successiva contrazione dell‘economia.

Piaggio prevede per il 2009 un fatturato a 1.510 milioni e un Ebitda margin del 12,1%. Per il semestre vede un utile netto e punta sempre a un risultato netto positivo nel 2009.

Nel 2010 attende un fatturato a 1.605 milioni ed Ebitda margin al 12%, nel 2011 fatturato a 1.740 milioni ed Ebitda margin al 12,2%, nel 2012 ricavi per oltre 1,88 miliardi ed Ebitda a 248 milioni.

Il vecchio piano al 2010 Piaggio prevedeva a fine periodo ricavi a circa 1,95 miliardi ed Ebitda margin al 13,5%.

Il gruppo stima ora un debito netto 2009 a 383 milioni di euro rispetto ai 360 milioni del 2008. Il debito netto dovrebbe poi calare a 381 milioni nel 2010, a 361 nel 2011 e a 331 nel 2012, ha spiegato il direttore generale finanza Michele Pallottini.

Roberto Colaninno, presidente e AD, ha detto che il piano industriale è stato realizzato “senza prendere in considerazione la possibilità di eventi straordinari” e “a parità di politica dei dividendi”.

Il piano prevede infatti nel quadriennio 2009-2012 un monte dividendi di circa 90 milioni compresi i 22 milioni circa distribuiti nel 2009.

Il titolo che si è mosso nel terreno negativo per tutta la seduta, intorno alle 16 perde il 2% a 1,45 euro, dopo una brevissima caduta a -4%. Gli scambi sono comunque molto sottili e inferiori alla media giornaliera. Alle 16 si attestano a poco meno di 300.000 di pezzi da una media di 600.000.

LAVORA A COLLABORAZIONI CINA E GIAPPONE

A una domanda su possibili integrazioni con altri gruppi, Colaninno ha subito precisato che “non si pensa a nessuna alleanza di carattere finanziario. Stiamo invece sviluppando rapporti con importantissimi gruppi cinesi o giapponesi. Non le chiamarei alleanze ma rapporti di collaborazione”.

Il numero uno di Piaggio non ha voluto dare indicazioni su quali siano i gruppi in questione.

DIVIDENDI SOLO CON UTILE

Colaninno presidente, AD e primo azionista del gruppo ha detto che “la politica dei dividendi sarà in funzione dell‘utile che riusciremo a realizzare e coerente con la posizione finanziaria della società”.

“Dobbiamo stare attenti a fare dividendi veri”, ha aggiunto ancora con riferimento al fatto che la cedola deve essere coerente con i risultati. “Questo sarà alla base della nostra decisione come azionisti”.

La società ha distribuito lo scorso anno un dividendo invariato anche in presenza di un sensibile calo dell‘utile netto. La cedola sui risultati 2008 è rimasta infatti pari a 6 centesimi per azione a fronte di un risultato calato a 45 da 60 milioni.

DA MOODY‘S SI ATTENDE MIGLIORAMENTO

“La decisione di Moody’s (di peggiorare l‘outlook a negativo da stabile) è un atto dovuto per quanto accaduto nel mondo” ha detto il direttore generale Finanza Michele Pallottini. “Ci possiamo considerare tra quelli che non sono stati toccati”.

“Le nostre aspettative sono di un miglioramento di valutazione nell‘ambito del piano”, ha aggiunto Pallottini.

A metà maggio Moody’s Investor Services ha abbassato l‘outlook sul rating “Ba2” di Piaggio a negativo da stabile. La decisione è stata innescata dal deterioramento delle performance operative della società negli ultimi mesi. Moody’s si aspetta anche che i parametri chiave sul credito rimangano deboli per la categoria di rating nel breve-medio termine.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below