21 settembre 2008 / 09:54 / 9 anni fa

Conflitto interessi, Barbara Berlusconi: servono più regole

<p>Barbara Berlusconi col padre Silvio in una foto del 2005 scattata a Milano, alla festa per l'anniversario della maison Dolce &amp; Gabbana. REUTERS/Chris Helgren</p>

MILANO (Reuters) - Parlando del tema dell‘etica nell‘economia e nella finanza, una delle figlie del presidente del Consiglio, Barbara Berlusconi, ha sottolineato oggi la necessità di disciplinare in Italia il conflitto di interessi, ammettendone l‘esistenza riguardo alla posizione di suo padre, proprietario tra l‘altro di tre fra le principali reti televisive del paese.

“Sono convinta che il tema del conflitto di interessi abbia bisogno di una regolamentazione”, ha detto la figlia 24enne del premier, già membro del consiglio di amministrazione della Fininvest, in un‘intervista al quotidiano “La Stampa”. “Ma il voto ha dimostrato che gli italiani non lo vivono come una necessità. Diciamo che esiste l‘esigenza, ma non la richiesta”.

Alla domanda su cosa pensa dell‘etica imprenditoriale di suo padre, Barbara ha risposto: “Apprezzo il rispetto per le altre persone e la disponibilità ad ascoltare”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below