14 maggio 2008 / 11:48 / 10 anni fa

Aggiotaggio Unipol, condanna a 10 mesi per Cimbri e Dall'Aglio

MILANO (Reuters) - Il Tribunale di Milano ha condannato oggi Carlo Cimbri, direttore generale di Unipol, e Stefano Dall‘Aglio, ex direttore finanziario del gruppo, a dieci mesi di reclusione con pena sospesa, nel processo per aggiotaggio manipolativo su azioni privilegiate della società nel 2003.

Il Tribunale inoltre ha condannato Cimbri e Dall‘Aglio a pagare la somma di 30.000 euro alla Consob, e Unipol e Finsoe, uno degli azionisti di riferimento del gruppo, a pagare una sanzione pecuniaria di 15.000 euro.

Inoltre sono stati trasmessi alla procura gli atti per valutare l‘ipotesi di indagare Giovanni Consorte e Ivano Sacchetti, ex vertici del gruppo.

Lo scorso 7 maggio il pm di Milano Eugenio Fusco aveva chiesto una pena di un anno e 8 mesi per Cimbri e di un anno e 6 mesi per Dall‘Aglio.

Il pm inoltre aveva chiesto per le due società imputate nel processo la sanzione pecuniaria di 400.000 euro e la confisca di 436.000 euro.

Le due società sono imputate per aver violato la legge 231 del 2001 sulla responsabilità amministrativa delle aziende per i reati commessi dai propri dipendenti.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below