28 marzo 2014 / 08:34 / 4 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo, su max da maggio 2011, vola Banco Pop

Traders in una sala operativa di borsa. REUTERS/Lucas Jackson

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in deciso rialzo una seduta che rinnova i massimi dal maggio 2011.

Spinto soprattutto dai finanziari, il listino milanese ha vissuto una giornata quasi euforica, che conferma il trend positivo del mese in corso.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato l‘1,53%, riportandosi intraday oltre quota 21.500 punti per la prima volta dal 20 maggio 2011 (21.526,34 punti il massimo, 21.498,24 punti la chiusura). Da notare che l‘indice principale di Piazza Affari si appresta a chiudere il mese di marzo (manca ancora la seduta di lunedì) con un progresso del 5% circa.

L‘Allshare è avanzato dell‘1,47% e il Mid Cap dell‘1,03%.

Volumi per un controvalore di circa 4,15 miliardi di euro.

Finanziari con il turbo: l‘indice delle banche italiane è salito del 2,36%.

INTESA SANPAOLO galvanizzata (+3,53%) dai risultati.

Più cauta UNICREDIT (+0,85%).

BANCO POPOLARE si avvicina con passo baldanzoso all‘aumento di capitale: +6,95%.

La controllata CREDITO BERGAMASCO in volo (+5,28%) dopo la fissazione del concambio della fusione nel Banco.

In denaro MONTEPASCHI (+4,42%), POPOLARE EMILIA ROMAGNA (+3,89%), POPOLARE MILANO (+3,68%) e UBI (+2,15%).

Tra le banche, fuori dal paniere principale, BANCA PROFILO (+3,41%) ha beneficiato dei conti 2013.

CREDITO VALTELLINESE brillante (+2,95%) dopo l‘annuncio delle banche che faranno parte del consorzio di garanzia dell‘aumento di capitale fino a 400 milioni.

Automotive tonico: il paniere europeo ha guadagnato l‘1,81%. A Milano, FIAT +2,11%: secondo una fonte vicina alla vicenda e una fonte di settore, i modelli alto di gamma di Alfa Romeo potrebbero avere motori che sono la derivazione del sei cilindri ingegnerizzato da tecnici Ferrari e Maserati per Maserati, prodotto a Maranello.

In scia CNH INDUSTRIAL (+1,92%) ed EXOR (+2,06%).

PIRELLI galvanizzata (+3,21%) dai risultati.

TELECOM ITALIA ben intonata (+1,49%): intervistato da Reuters, Giuseppe Recchi, favorito nella corsa per la presidenza, ha detto che intende concentrarsi sulla governance, al fine di sostenere in modo forte l‘AD Marco Patuano per quanto riguarda le strategie.

Spunti per BUZZI UNICEM (+2,34%), TERNA (+2,13%), SNAM (+1,97%) e SAIPEM (+1,48%).

Deboli STMICROELECTRONICS (-1,03%), UNIPOLSAI (-0,43%), GTECH (-0,54%) e MEDIASET (-0,44%).

Tra le mid cap, ASTALDI (+4,39%) premiata sui risultati 2013.

MAIRE TECNIMONT (+5,39%) si è giovata di un upgrade di Barclays.

Il trend di riscoperta delle ‘piccole’ ha spinto ROSSS (+9,87%), NOEMALIFE (+8,01%), CERAMICHE RICCHETTI (+5,07%) e COBRA (+8,16%).

Sull‘Aim spicca la galoppata di COMPAGNIA DELLA RUOTA (+28,21%) sui risultati 2013.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below