28 marzo 2014 / 08:19 / 4 anni fa

Btp in calo dopo buone aste medio-lungo con tassi a nuovi minimi

MILANO (Reuters) - Il secondario italiano si muove in leggero calo dopo i buoni collocamenti che oggi hanno concluso la tornata d‘aste di fine mese.

Operatori a lavoro. REUTERS/Lucas Jackson

“Le aste hanno portato un po’ di turbolenza, ma niente di particolare. I risultati dei collocamenti sono stati assolutamente buoni”, dice un trader italiano.

Il Tesoro ha assegnato l‘intero ammontare offerto nelle aste di oggi, 10 miliardi tra Btp e Ccteu su una forchetta di offerta di 7,5/10 miliardi, con rendimenti in calo a nuovi minimi - dalla nascita dell‘euro sul Btp a 5 anni, da otto anni e mezzo sul dieci.

“Direi che sono state ben coperte e che ancora una volta si conferma il buon interesse per la carta italiana”, continua il trader.

Il Btp 5 anni, offerto per 2-3 miliardi, è stato assegnato per 3 miliardi al rendimento di 1,88%, minimo dall‘introduzione della valuta unica, da 2,14% di fine febbraio. Il rapporto di copertura è passato a 1,41 da 1,6 dell‘asta precedente. In discesa a 3,29%, nuovo minimo da ottobre 2005, rispetto a 3,42% di febbraio il tasso del Btp decennale. Proposto per 3-3,75 miliardi, è stato collocato per 3,75 miliardi, con richieste pari a 1,25 volte l‘offerta. Nell‘ultima asta bid-to-cover è risultato pari a 1,58.

“Più che sul decennale, l‘interesse degli investitori ha premiato il titolo maggio 2019 - fenomeno rilevante in particolare perché nei giorni scorsi il titolo è stato protagonista di una corsa di circa 15 punti base sul secondario, mentre di consueto nel pre-asta si tende a vendere per creare spazio in portafoglio”, dice Marco Brancolini, strategist di Rbs.

CALO BID-TO-COVER, POSSIBILI CAUSE

Sono risultati in calo i rapporti di copertura, in particolare per il decennale.

“I rendimenti sono stati in netto calo, quello che però colpisce è soprattutto la debolezza della domanda. E’ evidente che a questi livelli di rendimento i titoli sono visti come poco vantaggiosi dagli investitori in rapporto al ‘rischio paese’” dice Vincenzo Longo di Ig. “In particolare la domanda sul decennale è stata molto bassa, di oltre due miliardi inferiore rispetto a quella registrata nell‘asta precedente”.

“In ogni caso la nostra idea è che questa debolezza della domanda sia dovuta prevalentemente allo spettro del Btp Italia, il cui collocamento è atteso fra due settimane. Questo potrebbe certamente aver ridotto l‘appetito per i titoli in asta oggi da parte degli investitori istituzionali che probabilmente hanno deciso di riservare spazio in portafoglio per il nuovo titolo”.

Un‘ipotesi, quella avanzata da Longo, cui fa eco Alessandro Giansanti di Ing: “Non dimentichiamo che si trattava di un‘asta pesante, e che veniamo dal lancio recente del nuovo indicizzato decennale e dall‘annuncio del Btp Italia, quindi il momento è sicuramente impegnativo sul fronte dell‘offerta”.

Secondo il trader invece, il Btp Italia non ha avuto alcun impatto, essendo il collocamento previsto per metà aprile e la scadenza a 6 anni. “E poi il confronto con l‘asta di febbraio non ha valore, poiché il titolo era alla sua prima emissione ed è normale che l‘interesse fosse più significativo”.

Il nuovo Ccteu 15 novembre 2019 tasso cedolare semestrale 0,764%, offerto per 2,5-3,25 miliardi, è stato infine assegnato per 3,25 miliardi al rendimento di 1,30% da 1,56% a fine febbraio sul precedente benchmark 1 novembre 2018. Il rapporto di copertura è passato a 1,31 da 2,28 dell‘asta precedente.

Stamane il il rendimento del Btp decennale si attesta infatti al 3,262%, il minimo da settembre 2005, da 3,302% del finale di seduta di ieri segnando un nuovo minimo da settembre 2005.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below