26 marzo 2014 / 11:19 / 4 anni fa

Greggio, Brent in lieve rialzo su calo produzione Nigeria, Libia

LONDRA (Reuters) - Il Brent è in lieve rialzo, mantenendosi poco sopra i 107 dollari al barile, sostenuto dai problemi sul fronte della produzione in Nigeria e Libia e dai buoni dati macro statunitensi.

Tuttavia, l‘allentarsi delle tensioni in Ucraina, dopo che gli Stati Uniti e i paesi alleati hanno deciso per il momento di non portare avanti ulteriori sanzioni economiche verso la Russia, frenano i guadagni.

“Il Brent trova sostegno nelle minori forniture dalla Nigeria e nel forte calo della produzione libica, ma continua a muoversi in un intervallo relativamente stretto”, spiega Abhishek Deshpande, analista di commodities di Natixis a Londra.

Royal Dutch Shell ha dichiarato lo stato di force majeure sulle esportazioni da Forcados, in Nigeria, a causa della perdita di un oleodotto a seguito di un furto di petrolio, mentre la produzione libica si è ridotta di circa 80.000 barili al giorno, a circa 150.000 barili, dopo la chiusura di un grande giacimento.

I prezzi del greggio sono inoltre sostenuti anche dai dati sulla fiducia dei consumatori Usa superiori alle attese.

Intorno alle 11,55 il Brent con scadenza a maggio sale di 8 centesimi a 107,07 dollari al barile; il greggio Usa con la stessa scadenza, guadagna 11 centesimi a 99,30 dollari al barile.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below