24 marzo 2014 / 08:13 / tra 4 anni

Btp riducono calo ma spread amplia su timori Ucraina, attesa aste

MILANO (Reuters) - Il secondario italiano riduce il calo registrato in mattinata, ma il differenziale con la Germania registra un ampliamento sull‘acuirsi dei timori relativi alla situazione ucraina.

Un operatore riflette durante una seduta. REUTERS/Lucas Jackson

Lo spread Italia/Germania sul tratto decennale si è spinto fino a 184 punti base, ai massimi dall‘inizio della scorsa settimana.

“La situazione dell‘Ucraina è il driver principale che ha procurato il balzo del Bund. È strano tuttavia che non si assista a un analogo movimento del Treasury Usa” osserva Alessandro Giansanti di Ing.

Riconoscendo la sconfitta, Kiev ha disposto il ritiro delle truppe dalla Crimea. La Casa Bianca si è inoltre detta preoccupata per la concentrazione di forze militari russe presso la frontiera orientale ucraina, annunciando a Mosca nuove sanzioni in caso di escalation.

Il premier britannico David Cameron, mentre i leader occidentali sono impegnati a valutare le risposte all‘annessione della Crimea da parte della Russia, ha dichiarato che quest‘anno non si terrà il vertice G8 in Russia [nL5N0ML3OS].

“La situazione Ucraina è il motore della seduta, ma non va dimenticato anche che l‘Italia è inoltre sotto aste” aggiunge lo strategist.

ATTESA ASTE FINE MESE

In un mercato quindi un po’ incerto, a pesare sull‘Italia interviene anche l‘attesa della tornata d‘aste di fine mese che questa settimana si articola in tre appuntamenti. I collocamenti partono mercoledì con la nona tranche del Ctz 31 dicembre 2015, con un‘offerta fra 2 e 2,5 miliardi.

Il Tesoro rende noti invece questa sera a mercato chiuso i dettagli del collocamento del Bot, in agenda giovedì. Secondo Intesa Sanpaolo, l‘offerta sarà pari a 8 miliardi di euro di buoni a 6 mesi. Il quadro degli annunci verrà completato domani con tipologie e quantitativi delle aste a medio lungo.

Il direttore per il debito pubblico Maria Cannata ha inoltre illustrato venerdì la fisionomia del nuovo Btp Italia - allungato a sei anni, la cui offerta avverrà in due fasi distinte per investitori retail e istituzionali - e annunciato che Via XX Settembre ha finora coperto il 27% delle emissioni per quest‘anno [nL6N0MI288].

“L‘annuncio del Btp Italia non ha avuto un grosso effetto sul mercato, essendo già ampiamente atteso” dice un trader. “Ha ovviamente schiacciato i prezzi sui titoli con scadenza in area 2020, ma possiamo dire di non aver visto grossi flussi legati all‘annuncio”.

I governativi europei in generale avevano in mattinata reagito alle cifre relative ai Pmi e ai commenti ‘dovish’ di Liikanen. Il governatore centrale finlandese, che siede nel consiglio della Bce, ha affermato oggi che Francoforte manterrà il costo del denaro basso anche a ripresa in corso, dal momento che la disoccupazione resta alta e molte imprese stanno procedendo sotto i livelli di produzione [nL5N0ML1UM].

Il settore privato della zona euro ha evidenziato per il mese di marzo un ritracciamento rispetto al record degli ultimi due anni e mezzo messo a segno a febbraio, nonostante gli indicatori Pmi restino saldamente oltre la soglia dei 50 punti [nL5N0ML1O9].

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below