4 marzo 2014 / 08:23 / 4 anni fa

Borsa Milano vola su minori tensioni Ucraina-Russia, finanziari boom

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in netto rialzo una seduta speculare rispetto a quella precedente.

Traders a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

L‘attenuazione delle tensioni tra Ucraina e Russia, crisi che ieri aveva affossato i mercati internazionali, ha provocato un violento rimbalzo.

Così, se ieri praticamente l‘intero listino era tinto di rosso, con poche eccezioni, oggi tutti i titoli sono stati travolti da un‘incontenibile euforia.

Effetto, sottolineano gli operatori, delle mosse di Mosca.

Peraltro, nota qualcuno, le dichiarazioni del presidente russo, Vladimir Putin, sono tutt‘altro che concilianti.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato il 3,62%, riportandosi sui livelli di venerdì scorso. L‘Allshare è avanzato del 3,48% e il Mid Cap del 2,43%.

Volumi per un controvalore di circa 3,1 miliardi di euro.

A picco ieri, i titoli bancari hanno guidato i progressi: l‘indice è balzato del 4,65%. UNICREDIT (+5,36%) e INTESA SANPAOLO (+3,53%) al galoppo.

BANCO POPOLARE (+11,27%) galvanizzato da un upgrade.

In scia gli altri: POPOLARE MILANO +7,95%, POPOLARE EMILIA ROMAGNA +6,08%, UBI +4,27% e MEDIOBANCA +3,85%.

Fuori dal paniere principale, colpita ieri dalle prese di beneficio, BANCA PROFILO torna a macinare denaro: +13,29%.

Restando ai finanziari, rimbalzo anche di risparmio gestito (MEDIOLANUM +2,38% e AZIMUT +3,76%) e assicurativi (UNIPOLSAI +3,87% e GENERALI +3,17%).

Automotive con il turbo grazie ai dati sulle immatricolazioni: FIAT +4,39% ed EXOR +5,29%.

Per il resto, spunti per TELECOM ITALIA (+6,17%), AUTOGRILL (+4,62%), YOOX (+4,62%), GTECH (+3,9%) ed ENEL (+4,85%).

Sono rimasti un po’ indietro i classici titoli difensivi, in particolare gli energetici: ENI +2,51%, SNAM +0,74%, TERNA +2,58%, ANSALDO STS +1,72% e SAIPEM +1,73%.

Ennesimo balzo di LVENTURE GROUP (+17,42%): la società, su sollecitazione di Consob, ha pubblicato una nota per dire che non dispone di elementi tali da giustificare il recente andamento delle quotazioni.

CENTRALE LATTE TORINO (+37,44%) infiammata dalla notizia sulle esportazioni in Cina.

Prosegue il trend di riscoperta del settore immobiliare: BASTOGI +19,63%, PRELIOS +6,79% e AEDES +6,46%.

SEAT brillante (+6,25%) nel giorno in cui l‘assemblea ha approvato a larga maggioranza i provvedimenti strumentali all‘implementazione del piano previsto dalla proposta di concordato preventivo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below