3 marzo 2014 / 07:59 / tra 4 anni

Borse Europa pesanti su tensioni Ucraina, male i bancari

PARIGI (Reuters) - L‘escalation delle tensioni in Ucraina colpisce l‘azionario europeo questa matina, con i bancari tra i titoli più deboli perché più esposti nell‘area.

La sala operativa della borsa di Francoforte. REUTERS/Remote/Stringer

L‘indice FTSEurofirst 300, che ha guadagnato il 16% lo scorso anno, alle 10,45 italiane cede l‘1,49% a 1.328,25 punti mentre il listino delle blue chip Euro STOXX 50 lascia sul terreno l‘1,97% a 3.087,04.

L‘indice di volatilità dell‘Euro STOXX 50 balza del 20,5%.

Male in particolare il comparto bancario con l‘indice di settore STOXX Europe 600 Banking che, alla stessa ora, cede il 2% a quota 199,13.

Tra le singole piazze, Francoforte -2,25%, Parigi -1,73%, Londra -1,14%.

Tra i titoli in evidenza:

Le banche esposte in Ucraina e in Russia - attualmente in conflitto dopo il cambio di direzione politica di Kiev e i disordini nella filorussa Crimea - sono tra i titoli più colpiti, con l‘austriaca Raiffeisen che perde il 6,4% e la francese Societe Generale che segna un calo del 4,6.

Il marchio di gioielli italiani Damiani cede oltre il 9% mentre diminuiscono le speranze di un takeover.

La tedesca Metro cede il 5,2% colpita dalle tensioni in Ucraina che mettono in forse la possibilità di quotare la sua controllata russa. Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below