15 febbraio 2014 / 10:34 / 4 anni fa

Governo, Confindustria chiede taglio burocrazia

ROMA (Reuters) - Confindustria oggi torna a chiedere una riduzione delle pastoie burocratiche per fra crescere il Pil, nel giorno in cui si concludono le rapide consultazioni al Quirinale per poi affidare l‘incarico di formare un nuovo governo, dopo le dimissioni ieri del premier Enrico Letta.

Un'operaia al lavoro in una fabbrica tessile. Reuters/Paolo Bona

Secondo uno studio del Centro studi Confindustria pubblicato oggi, “una riduzione dell‘1% dell‘inefficienza della Pa è associata a un incremento dello 0,9% del livello del Pil pro-capite, a un aumento dello 0,2% della quota dei dipendenti in imprese a partecipazione estera sul totale dell‘occupazione privata non-agricola”, spiega una nota.

In un‘intervista ad Affaritaliani.it, il responsabile economico del Pd Filippo Taddei oggi ha ribadito che il programma di Matteo Renzi punta a ridurre la burocrazia: “Regole semplici, poche ed efficaci. Non solo per l‘apertura ma che per la gestione di un‘azienda”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below