February 13, 2014 / 4:43 PM / in 4 years

Borsa Milano chiude in calo ma riduce molto perdite dopo Renzi, ok Mediaset

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in lieve ribasso una seduta segnata sin dall’avvio dalle prese di profitto, fisiologiche dopo il rally degli ultimi giorni.

L'ingresso della borsa di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo

Le tensioni politiche, secondo gli operatori, non hanno danneggiato i mercati. [nL5N0LI3SD]

Al contrario, interpretano i trader, la prospettiva di un governo guidato da Matteo Renzi piace. [nL5N0LI3OG]

E, in effetti, le parole del sindaco di Firenze hanno provocato un miglioramento del listino milanese.

In precedenza, i dati Usa, in particolare le vendite al dettaglio di gennaio, avevano avuto un impatto negativo. [nW1N0KG01F]

In chiusura, l’indice FTSE Mib ha perso lo 0,17%, riportandosi nel pomeriggio oltre quota 20.000 punti, riconquistata ieri per la prima volta dal 23 gennaio scorso. L’Allshare è arretrato dello 0,12%, mentre il Mid Cap ha guadagnato lo 0,31%.

Volumi per un controvalore di circa 2,5 miliardi di euro.

Seduta all’insegna della lettera per i finanziari, appesantiti a livello europeo dai risultati trimestrali di Bnp Paribas, ma capaci di annullare il calo nel finale. L’indice delle banche italiane è sceso dello 0,29%. Deboli INTESA SANPAOLO (-0,84%) e UNICREDIT (-0,34%).

In controtendenza BANCO POPOLARE (+4,42%), spinta da una promozione di Nomura. [nL5N0LI1T6]

Segno più anche per UBI (+0,84%) e POPOLARE EMILIA ROMAGNA (+1,85%).

In rosso marcato MEDIOBANCA (-1,39%): secondo una fonte vicina agli azionisti di piazzetta Cuccia, l’ipotesi dell’ingresso di un nuovo socio estero per ricostituire la quota del gruppo C degli investitori esteri dopo l’uscita di Groupama è completamente tramontata. [nL5N0LI2VT]

Male il risparmio gestito, tra i settori più ‘caldi’ degli ultimi mesi: MEDIOLANUM -1,73% e AZIMUT -1,92%.

Pomeriggio in altalena, in sintonia con i mercati, per ENI (-0,18%), che ha pubblicato il piano al 2017. [nL5N0LI2QJ]

Peggio la controllata SAIPEM: -1,53%.

MEDIASET (+1,44%) è passata in positivo dopo le parole pronunciate da Renzi.

Vendite nel comparto del lusso: FERRAGAMO -1,72% e YOOX -1,1%. Sopra la parità TOD’S (+0,36%).

Sopra o attorno alla linea di galleggiamento ATLANTIA (+0,79%), BUZZI UNICEM (+0,62%), ENEL (+0,89%), TELECOM ITALIA (+0,12%), PRYSMIAN (+0,37%), WORLD DUTY FREE (-0,09%), A2A (+0,3%), GENERALI (+0,06%) e FIAT (+0,07%).

Segno meno per CNH INDUSTRIAL (-1,25%), PIRELLI (-1,2%), ANSALDO STS (-1,07%), STMICROELECTRONICS (-0,65%) e SNAM (-1,16%).

Tra le small e mid cap, in volo I GRANDI VIAGGI (+21,21%), BRIOSCHI (+14,5%) e BIALETTI (+12,01%).

Realizzi su SEAT (-5,56%), MONDO TV (-3,37%) e BEST UNION (-4,05%).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below