January 29, 2014 / 8:34 AM / 4 years ago

Borsa Milano appesantita da Fiat, prevale segno meno, vola Pirelli

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in ribasso una seduta che segna il sostanziale azzeramento dei progressi di quest’anno. Complice oggi la caduta di Fiat, che ha appesantito l’intero listino milanese, e soprattutto a causa dei timori riguardanti i mercati emergenti, gennaio si avvia a passare alla storia come un mese sostanzialmente invariato. E dire che la prima metà era stata caratterizzata da un’euforia che pareva incrollabile.

L'ingresso della borsa di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo

In chiusura, l’indice FTSE Mib ha perso lo 0,57%, portandosi intraday a ridosso di quota 19.000 punti, sopra la quale si trova dal 3 gennaio scorso, ma recuperando nell’ultima parte della seduta grazie all’andamento non drammatico di Wall Street e ad alcuni temi speculativi. L’Allshare è arretrato dello 0,55% e il Mid Cap dello 0,27%.

Volumi per un controvalore di circa 3,6 miliardi di euro.

* FIAT bocciata (-4,11%) nel giorno della pubblicazione dei risultati e della presentazione del nuovo assetto.

In scia EXOR (-1,92%) e CNH (-1,56%), in linea con il settore automotive europeo (-1,21%).

* Discorso a parte per PIRELLI (+7,21%): depresso per gran parte della giornata, il produttore di pneumatici ha improvvisamente accelerato nel finale, galvanizzato da indiscrezioni di stampa riguardanti un buyout.

In volo anche le PIRELLI RISPARMIO: +6,03%.

* La caduta del Lingotto ha rigettato nel panico gli investitori, che ieri erano timidamente tornati a comprare. Tra i peggiori figurano MEDIASET (-3,74%), BUZZI UNICEM (-2,86%), FERRAGAMO (-2,9%), YOOX (-3,05%), PRYSMIAN (-2,49%), CAMPARI (-1,62%), AUTOGRILL (-1,95%) e A2A (-1,85%).

* La tenuta delle banche (UBI +2,99%, MEDIOBANCA +2,05%, POPOLARE EMILIA ROMAGNA +1% e POPOLARE MILANO +1,28%) ha contribuito a contenere le perdite.

* In controtendenza LUXOTTICA (+1,45%), sostenuta dagli upgrade dei broker dopo i risultati.

* Rimbalzo per SAIPEM (+3,49%), mentre si conferma il buon momento attraversato da AZIMUT (+1,26%), STMICROELECTRONICS (+0,86%) e WORLD DUTY FREE (+0,19%).

* Reggono TELECOM ITALIA (+0,68%) e i difensivi, come GTECH (+0,31%), SNAM (invariata) e ATLANTIA (+0,47%).

* Tra le small e mid cap, KINEXIA (+1,07%) ha beneficiato dell’autorizzazione per la costruzione e l’esercizio di un impianto di digestione anaerobica di rifiuti organici.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below