16 gennaio 2014 / 08:09 / tra 4 anni

Borse Asia Pacifico poco mosse, dollaro riprende forza

ROMA (Reuters) - Le borse dell‘area Asia-Pacifico mettono a segno rialzi in punta di piedi con il dollaro che risale al massimo da 7 giorni contro yen su dati positivi e utili sopra le attese di Bank of America, a placare le preoccupazioni dopo i numeri deludenti sulle retribuzioni Usa di dicembre.

Intorno alle 8,30 italiane l‘indice Msci dell‘area Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, scende dello 0,02%.

TOKYO ha chiuso a circa -0,4% azzerando i guadagni di giornata in una settimana contrastata per il Nikkei segnata dal massimo giornaliero in quattro mesi di ieri e il minimo in cinque di martedì.

Sostanzialmente piatti i listini cinesi con SHANGAI che mostra volumi fiacchi. HONG KONG intorno a 0,2% con Prada che lascia sul campo circa mezzo punto.

SEUL chiude ai massimi da una una settimana con Naver Corp, il più grande portale di ricerca che mette a segno un +3,9% su forti domande all‘estero.

SINGAPORE con segno meno nonostante le buone notizie dagli Stati Uniti, mentre i titoli delle commodity cedono terreno sulle preoccupazioni per l‘andamento di domanda e offerta.

SYDNEY fa meglio degli altri guadagnando circa l‘1,2% con i ‘big’ del settore minerario che scommettono su aumenti di produzione, e sulla scia delle notizie positive sul fronte dell‘economia Usa che hanno portato la Banca mondiale a rivedere al rialzo le stime di crescita mondiali. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below