14 gennaio 2014 / 08:18 / tra 4 anni

Borse Asia-Pacifico, indici sotto pressione su brusco calo Nikkei

Borse dell‘area Asia-Pacifico messe sotto pressione nella seduta odierna dall‘indice giapponese in caduta di oltre il 3%, complici il massimo di quattro settimane dello yen contro dollaro dopo che i dati sugli occupati Usa della scorsa settimana, sorprendentemente deboli, hanno aumentato le preoccupazioni sulle attese di crescita Usa.

Intorno alle 8,30 italiane l‘indice Msci dell‘area Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, scivola dello 0,6%.

HONG KONG con segno meno ai minimi da quattro mesi zavorrata dal produttore di auto Great Wall Motor, che ha annunciato un ritardo di tre mesi nel lancio di un nuovo modello; Prada lascia sul campo intorno allo 0,6%.

SHANGHAI chiude la seduta a +0,9%, interrompendo la sequenza di quattro segni meno, sulla scia dei forti guadagni delle società di elettrodomestici che hanno lanciato nuovi prodotti al Consumer Electronics Show di Las Vegas che si è appena concluso.

SEUL in ribasso intorno a mezzo punto percentuale sulle perdite delle società di costruzioni ed energia solare; il calo è limitato dall‘arretramento dello won su yen e dollaro che riduce i timori sulle attese di utili dell‘export.

TAIWAN ha chiuso a -0,2%, SINGAPORE segna alle ore 8,30 -0,4%.

SYDNEY alla stessa ora perde l‘1,5% con l‘indice S&P/ASX 200 al minimo giornaliero da 3 mesi e mezzo sul calo di Wall street di ieri. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below