19 dicembre 2013 / 08:23 / 4 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo, vola Mediaset

Un trader a lavoro in una sala operativa. REUTERS/Lucas Jackson

MILANO (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in rialzo, in sintonia con le altre borse europee, sulla scia dell‘annuncio della Federal Reserve di un avvio ‘moderato’ della riduzione delle misure di stimolo all‘economia e della rassicurazione che i tassi di interesse resteranno bassi per un periodo prolungato.

Un trader mette in evidenza come l‘entità del taglio al programma di quantitative easing sia ‘accettabile’ e come il mercato avesse in parte già prezzato l‘avvio del ridimensionato degli acquisti di asset.

Un secondo operatore mette invece l‘accento sulle scadenze tecniche di domani e sulle ricoperture generalizzate.

“E’ una seduta molto tecnica”, commenta. “Sui prezzi di riferimento di oggi c‘è la scadenza tecnica di domani”.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo dell‘1,78%, l‘AllShare ha guadagnato l‘1,755, in sintonia con l‘indice di riferimento europeo FTSEurofirst 300 (+1,64%). Volumi sulla piazza milanese per un controvalore di circa 2,4 miliardi di euro.

* Vola MEDIASET (+16,45%), spinta da una combinazione di euforia per la prospettiva dell‘integrazione della pay-tv e ricoperture. I volumi sono stati pari a oltre cinque volte la media giornaliera.

* Sulla scia di Mediaset sale tutto il comparto editoriale, recuperando le perdite di ieri. In particolare RCS guadagna il 7,38%. “Sono scattate le ricoperture dopo che ieri si era scommesso sull‘annuncio di un aumento di capitale o di un profit warning”, spiega un trader. Tra gli altri editoriali MONDADORI guadagna il 5,2%, CLASS EDITORI il 5,7%.

* La Fed mette il turbo soprattutto ai finanziari. Il paniere delle banche guadagna l‘1,43%. Si mette in evidenza POP MILANO con un rialzo del 5,36%. Restano indietro invece UNICREDIT e UBI. Quest‘ultima paga anche il taglio del rating da parte di Moody‘s.

* MONTEPASCHI chiude a +4,5%, dopo aver recuperato rispetto a una prima parte di seduta negativa. Il titolo ha beneficiato della notizia dell‘accordo con Deutsche Bank sulla chiusura anticipata dell‘operazione “Santorini” e delle ricoperture, secondo due trader. [ID:nL6N0JY3DE] Un broker sottolinea la valenza positiva dell‘accordo, dal momento che Mps riduce di 221 milioni di euro il potenziale impatto di ‘Santorini’ e migliora i ‘capital ratio’.

* TELECOM ITALIA guadagna quasi il 3% alla vigilia dell‘assemblea.

* Tonico il settore automotive europeo. A Milano, FIAT guadagna il 3,67%.

* Debole PRYSMIAN (-1,2%)

* ERG, dopo essere balzata sull‘annuncio dell‘entrata di Unicredit nel capitale della controllata Erg Renew, ha chiuso a 1,28%.

* Debutto in rialzo del 3,48% per NET INSURANCE sull‘Aim.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below