12 dicembre 2013 / 07:48 / 4 anni fa

Borse Europa in calo su timori imminente taglio stimoli Fed

LONDRA (Reuters) - Borse europee in lieve calo nella mattina, depresse dalla probabile nomina di un “falco” alla vicepresidenza della Federal Reserve e dai conseguenti timori che la banca centrale Usa possa iniziare a ridurre gli stimoli all‘economia prima del previsto.

Trader a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

Secondo una fonte, la poltrona è stata offerta all‘ex governatore della Bank of Israel, Stanley Fischer, considerato meno favorevole a una politica monetaria accomodante del presidente in pectore della Fed Janet Yellen.

La notizia è giunta ieri sera dopo una giornata negativa sull‘azionario Usa e su quello europeo, che già risentivano dei timori di un imminente “tapering” dopo un accordo preliminare a Washington sulla politica di bilancio.

I dati sulle vendite al dettaglio e sulle richieste di sussidi negli Usa potrebbero dare nuovi suggerimenti su quali potrebbero essere le decisioni della Fed, condizionando i mercati nel corso della giornata.

“L‘incertezza sta mordendo il mercato in questo momento”, dice Patrick Latchford di Monex Capital Markets che cita anche “suggestioni per cui l‘accordo a Capitol Hill sul bilancio federale potrebbe pesare a favore di un‘anticipazione del piano di riduzione degli stimoli”.

Intorno alle 10,35 italiane, l‘indice delle bluechip europee FTSEurofirst 300 cede lo 0,23%. Tra le singole piazze, Londra perde lo 0,4% circa, come Francoforte, mentre Parigi è piatta.

Tra i titoli in evidenza:

* PSA PEUGEOT CITROEN perde il 7,5% dopo aver annunciato svalutazioni per 1,1 miliardi di euro a causa di un peggioramento delle prospettive di vendite e degli effetti sul cambio valute in Russia e America Latina. Il gruppo ha anche tagliato del 40% gli obiettivi di risparmi al 2018 legati alla partnership con General Motors.

* Sale del 6,5% l‘utility finlandese FORTUM che ha stretto un accordo per vendere la sua rete elettrica in Finlandia al consorzio Suomi Power Networks per 2,55 miliardi di euro.

* In rialzo il gruppo farmaceutico belga UCB grazie ad un upgrade a “overweight” da “equal weight” da parte di Barclays.

* Bene METRO dopo i risultati e l‘annuncio di un piano di ristrutturazione che dovrebbe portare a un significativo incremento della redditività. Forte dopo i conti anche BALDA.

* Affonda di oltre il 10% la società di servizi energetici JOHN WOOD GROUP, che ha preannunciato un netto calo degli utili 2014 della sua divisione di ingegneria a causa della debolezza delle attività in Canada. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below