December 11, 2013 / 4:53 PM / 4 years ago

Btp chiudono per lo più in lieve calo su prese beneficio, spread area 224 pb

MILANO (Reuters) - Il mercato obbligazionario italiano chiude portandosi per lo più in territorio negativo proprio alle ultime battute di una seduta che invece si era mossa tutta in rialzo in tono positivo. Sostenuto invece ancora il tratto a lunghissimo della curva.

Un trader al lavoro. REUTERS/Alessandro Garofalo

I dealer dicono che nel pomeriggio l’attività si è decisamente ridotta e sono arrivate un po’ di prese di beneficio.

“La maggior parte dell’attività si è vista stamane, poi nel pomeriggio il mercato è stato molto tranquillo, solo sul finale qualche realizzo” dice un dealer. “Dovremo abituarci a questi ritmi nei prossimi giorni, in vista delle feste. Comunque il tono continua ad essere positivo e continua ad esserci un buon appetito per la carta italiana”.

Restano alla base delle buone performance il perdurare della politica ultra-espansiva della Bce, un buon livello di liquidità da collocare sul mercato secondario (il primario in dicembre scarseggia in particolare per l’Italia), il buon esito ieri dell’operazione di buyback e i primi dati leggermente positivi sulla ripresa economica.

In serata il tasso del decennale italiano si attesta al 4,062%, il livello più basso dalla fine di novembre, e il differenziale con l’analoga scadenza tedesca è a 224 punti base dopo un minimo stamane a 221 punti base, il livello più basso dal 7 luglio 2011 (218,6 pb). L’estate del 2011 segna l’inizio dell’attacco speculativo sull’Italia che ha visto la Bce attiva ad acquistare titoli di Stato italiani e spagnoli a partire dall’agosto. Prima di quel luglio lo spread era sotto i 200 punti base.

Con la riapertura domani del Bot in asta oggi si chiudono ufficialmente le operazioni di mercato primario del Tesoro italiano con regolamento sul 2013. L’offerta supplementare del Bot a 12 mesi (collocato oggi per 5,5 miliardi al rendimento dello 0,707%, in lieve rialzo dal minimo storico dello 0,688% dell’asta di novembre) è di 550 milioni di euro: il Tesoro infatti oggi ha annunciato che anche per la riapertura di oggi la quota riservata agli specilisti sarebbe stata ridotta al 10% dal 15% [ID:nL6N0JQ3GO].

Il Tesoro ha già coperto le esigenze di emissione per il 2013, cosa che ha permesso la cancellazione delle aste a medio lungo di metà dicembre e il completamento, martedì scorso, di un’operazione di buy back di titoli di Stato da quasi 4 miliardi di euro [ID:nL6N0JO2I7].

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below