11 dicembre 2013 / 14:48 / tra 4 anni

Pubblicità, Nielsen: cala del 7,7% a ottobre, verso -12,5% in 2013

MILANO (Reuters) - Gli investimenti pubblicitari in Italia sono calati del 7,7% a ottobre dal -5,8% di settembre, portando la contrazione complessiva nei primi dieci mesi dell‘anno a -13,7% dal -14,6% registrato tra gennaio e settembre.

Sono i dati di Nielsen Research che conferma le stime di una contrazione intorno al 12,5% per l‘intero anno e immagina un 2014 sostanzialmente piatto.

Si conferma dunque il progressivo rallentamento della caduta degli investimenti nel corso dell‘anno - malgrado il peggioramento di ottobre rispetto a settembre - per lo più dovuto, ribadisce Nielsen, al forte peggioramento del mercato a fine 2012, con un quarto trimestre in calo del 21% (-23% novembre, -18% dicembre). Nel primo trimestre di quest‘anno la contrazione era stata del 18,9%.

“Siamo ormai a circa due anni di cali mensili ininterrotti, un fatto che non è mai accaduto da quando Nielsen rileva i dati pubblicitari da inizio anni Ottanta. Penso che potremo iniziare a vedere qualche piccolo segno positivo a inzio 2014, magari non proprio nei primissimi mesi”, ha detto nel corso di una conference call Alberto Dal Sasso, advertising information services business director di Nielsen. Per il 2014 non ci sono ancora stime ufficiali, ma a grandi linee - “sulla base del buon senso e della statistica” - è visto “intorno alla parità”. Ci sono alcuni grandi eventi come i Mondiali di calcio o l‘avvicinarsi di Expo2015, ha aggiunto Dal Sasso, che potrebbero dare una spinta positiva.

TOP SPENDER PEGGIO DELLA MEDIA, TORNA NEGATIVO INTERNET

Sui singoli mezzi, la Tv continua a fare meglio del mercato con un calo degli investimenti del 2,3% a ottobre (-0,6% a settembre) e dell‘11,8% nei dieci mesi. Nel mese torna in particolare a crescere l‘importante comparto automotive (+7,9%) anche se il dato cumulato resta pesante (-21%).

In calo del 13,9% la stampa quotidiana, del 25,7% i periodici, con una contrazione nel periodo gennaio-ottobre rispettivamente del 20,7% e del 24,4%.

Torna in negativo Internet (nelle sue rilevazioni Nielsen esclude i consistenti comparti search e social network) con una contrazione dell‘1% (+0,4% a settembre dopo sei mesi consecutivi in calo) che porta il cumulato a -2,4%. Scende dell‘11,8% la radio nei dieci mesi e del 9% a settembre. Sempre in crisi il cinema con un calo del 23,4% da inizio anno.

In generale, sono negativi nei dieci mesi tutti i settori merceologici ad eccezione dell‘informatica. Tra i primi 20 top spender, solo tre non hanno ridotto i loro investimenti rispetto al 2012; in media il calo è del 16%: le grande aziende hanno quindi investito meno in comunicazione di quelle piccole e medie, visto che il dato complessivo del mercato è -13,7%.

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below