9 dicembre 2013 / 09:45 / 4 anni fa

Banche, crescita sofferenze ottobre a 22,9%, massimo calo prestiti da 2011

MILANO (Reuters) - Il massimo calo dei prestiti alle imprese da luglio 2011 caratterizza il quadro fornito per ottobre da Bankitalia relativamente agli indicatori bancari.

Un bancomat di Intesa Sanpaolo a Rome, 30 settembre 2013. REUTERS/Remo Casilli

Sembra poi aver trovato una stabilizzazione il tasso di crescita delle sofferenze in ottobre, fermando l‘asticella a +22,9% e confermando il tasso di settembre che già rappresentava il massimo dal 1998.

Nei dati odierni di Bankitalia del Supplemento al Bollettino Statistico ‘Moneta e banche’ relativi al mese di ottobre emerge l‘accelerazione della crescita della raccolta, con i depositi del settore privato che hanno evidenziato un incremento annuo del 5,4% rispetto al +3,6% di settembre che rappresentava il minimo di 13 mesi.

Continua a peggiorare la situazione degli impieghi bancari. I prestiti concessi dalla banche al settore privato nel suo complesso in ottobre hanno visto una contrazione del 3,7% su base annua dopo il -3,5% del mese precedente. .

Nel dettaglio, il credito alle imprese non finanziarie ha subito una flessione del 4,9%, eguagliando il livello visto a luglio 2011, dopo dal -4,2% di settembre, mentre l‘erogazione di finanziamenti alle famiglie ha registrato un calo dell‘1,3% dopo il -1,1% di settembre.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below