2 dicembre 2013 / 08:29 / 4 anni fa

Btp chiudono in calo lieve calo,clima positivo,spread stabile a 235 pb

MILANO (Reuters) - Il mercato obbligazionario italiano chiude in lieve calo, ma in clima positivo una seduta che ha visto in primo piano un indice Pmi manifatturiero forte, mentre è prevalsa l‘attesa per gli eventi del resto della settimana.

“E’ stata la classica seduta interlocutoria in attesa dei grandi eventi” dice un dealer facendo riferimento soprattutto alla conferenza stampa di Mario Draghi giovedì e al dato sul mercato del lavoro Usa venerdì, che, se decisamente positivo, potrebbe far anticipare la decisione della riduzione dello stimolo fiscale da parte della Fed.

Su piattaforma Tradeweb il differenziale di rendimento tra dieci anni italiano e tedesco quota 235 punti base, sostanzialmente stabile dai 236 pb della chiusura di venerdì.

In lieve rialzo il tasso sul dieci anni italiano, a 4,081% dal 4,054% dell‘ultima chiusura.

Unico mercato oggi a mostrare una tendenza al rialzo è quello greco dove il tasso decennale si è riposizionato sotto la soglia dell‘8,8%, dopo la revisione al rialzo - venerdì notte - del rating dell‘agenzia Moody’s (da ‘C’ a ‘Caa3’) con outlook stabile. Stasera Fitch ha confermato il rating ‘B-', con outlook stabile.

“Il dato più significativo della seduta di oggi per l‘Italia è stato l‘indice Pmi manifatturierio di novembre che dà buoni segnali di recupero dell‘economia” dice Filippo Diodovich, strategist di Ig Markets. L‘indice è salito a un massimo da maggio 2011.

Ha segnato una calo oggi il comparto dei linker dopo il dato sull‘inflazione italiana armonizzata pubblicato venerdì, in forte calo su base mensile (-0,4%).

“I Btp decennali di questo comparto hanno evidenziato una breakeven in forte calo oggi, ritornando in prossimità dell‘1%” dice un dealer.

Le attese sono anche per le offerte sul primario della settimana, con le emissioni in agenda in Germania (fino a 4 miliardi di titoli a 5 anni mercoledì), in Francia (altri 4 miliardi su titoli a cinque, otto e 15 anni giovedì) ed in Spagna (emissioni sul comparto 2017 e 2018 sempre giovedì).

Invece domani il Portogallo procederà con un‘operazione di concambio offrendo la possibilità agli investitori di ricevere titoli in scadenza nel 2017 e nel 2018 in cambio di obbligazioni destinate a scadere l‘anno prossimo e nel 2015 [ID:nL5N0JH391]. I rendimenti dei titoli portoghesi sono saliti in vista dell‘operazione. Il decennale di Lisbona mostra in serata un rendimento in rialzo di 10 pb al 6,0%, mentre quello del 5 anni è salito di 19 pb al 5,11%. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below