November 8, 2013 / 7:34 AM / 4 years ago

Francia, S&P taglia a 'AA' da 'AA+', cita lentezza riforme

PARIGI (Reuters) - L’agenzia di rating Standard & Poor’s ha tagliato di un notch il rating sovrano della Francia, a ‘AA’ da ‘AA+’, esprimendo un giudizio negativo sui tentativi del presidente Francois Hollande di riformare la seconda economia della zona euro.

Il premier francese Francois Hollande. REUTERS/Alain Jocard/Pool

Tutte le tre principali agenzie di rating hanno già privato Parigi della tripla A, ma S&P’s è stata la prima a procedere a un secondo downgrade, avvertendo di non ritenere le riforme dell’ultimo anno sufficienti a implementare la crescita.

“Riteniamo che le riforme fiscali del governo francese, così come quelle del mercato dei prodotti, dei servizi e del lavoro non innalzeranno sostanzialmente le prospettive di crescita della Francia nel medio termine”, si legge in una nota dell’agenzia.

“Il perdurare di alti livelli di disoccupazione è destinato a indebolire il supporto per altre riforme significative”, prosegue S&P’s.

Immediata la replica del ministro delle Finanze Pierre Moscovici che, prendendo atto della decisione di S&P’s, ha ribadito che il debito sovrano francese resta tra i più sicuri e più liquidi del mondo e ha messo in dubbio quelle che ha definito “critiche inaccurate” all’economia francese.

S&P’s ha inoltre rivisto l’outlook della Francia a stabile da negativo.

“L’outlook stabile riflette la nostra aspettativa che il governo si impegni a contenere il debito netto e che la probabilità di un’ulteriore azione sul rating della Francia nel corso dei prossimi due anni è inferiore a uno su tre”.

I future dicembre sugli Oat, i titoli di Stato francesi,, intorno alle 9,40 cedono 11 tick a 134,48.

In un’altra nota, S&P’s ha precisato che l’odierna azione sul rating sovrano non produrrà effetti sul merito di credito dei principali istituti bancari, tra cui Bnp Paribas, Credit Agricole, Societe Generale. Nonostante questo i titoli dei bancari francesi hanno aperto la seduta in calo: Bnp cede l’1,40%, Credit Agricole dell’1% e SocGen dell’1,7%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below