22 ottobre 2013 / 14:28 / 4 anni fa

Lussemburgo, finisce era Juncker, Socialisti guardano a nuova coalizione

LUSSEMBURGO (Reuters) - Il partito conservatore che ha guidato per gran parte degli ultimi settanta anni il Lussemburgo ha riconosciuto che altri partiti probabilmente formeranno il prossimo governo ponendo fine al mandato di Jean-Claude Juncker come primo ministro dopo 19 anni.

Il partito Cristiano-Socialdemocratico (Csv), a cui appartiene Juncker, ha guidato tutti i governi del Lussemburgo dalla Seconda Guerra Mondiale in poi con l‘eccezione di soli cinque anni. Tuttavia nelle elezioni che si sono tenute domenica ha perso tre seggi in Parlamento scendendo a 23 su 60 totali.

I Socialisti, che avevano lasciato il governo Juncker a luglio, accusandolo di non essere riuscito a frenare gli abusi di potere compiuti dai servizi segreti, guardano a una nuova coalizione con i Democratici, altro gruppo di area centrodestra, e i Verdi. I tre partiti insieme hanno 32 seggi in Parlamento.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below