14 ottobre 2013 / 06:59 / tra 4 anni

Borse Asia Pacifico in calo su nervosismo stallo Usa, export cinese

(Reuters) - I mercati asiatici sono negativi stamani, penalizzati dallo stallo delle trattative negli Stati Uniti sulla questione del tetto del debito, sebbene i mercati si aspettino comunque un accordo di compromesso all‘ultimo minuto. A questo si aggiunge anche il dato delle esportazioni cinesi a settembre debole, che fa temere per la domanda globale.

Poco dopo le 8,10 l‘indice regionale MSCI, che esclude la borsa di Tokyo (peraltro oggi chiusa per festività) cede lo 0,21% circa.

Chiusa anche HONG KONG, positiva SHAGHAI vicina ai massimi da quattro settimane, sostenuta dagli acquisti sul settore ferroviario.

Debole SINGAPORE, dopo quattro sedute positive consecutive, sempre sulla scia delle notizie provenienti dagli Stati Uniti e dopo il calo dell‘export cinese a settembre.

Poco mossa anche SEUL in un mercato dove prevale la cautela in attesa di vedere come andrà a finire il braccio di ferro sul debito Usa.

Negativa anche SYDNEY che risente del clima di nervosismo a Washington a pochi giorni dalla scadenza di giovedì quando, senza un compromesso, gli Usa potrebbero arrivare al default.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below