11 ottobre 2013 / 10:07 / 4 anni fa

Alitalia, Squinzi: Confindustria perplessa su intervento pubblico

ROMA (Reuters) - Il numero uno di Confindustria Giorgio Squinzi si è detto perplesso dell‘ingresso di Poste italiane in Alitalia [CAITLA.UL] annunciato ieri, dopo una trattativa in extremis del governo per salvare la compagnia di bandiera in crisi di liquidità.

Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi ad una conferenza stampa a Rome, 22 marzo 2012. REUTERS/Remo Casilli

“Sono sempre molto perplesso di fronte agli interventi della mano pubblica in una società privata”, ha detto Squinzi a margine di un convegno di Uiltec.

“Certo, se è un cerotto per tamponare una situazione di emergenza passi, però bisognerà una volta per tutte fare una riflessione seria per avere un piano di medio-lungo termine”, ha aggiunto il presidente degli industriali italiani.

Oggi il cda di Alitalia si riunisce alle 14,00. Sul tavolo, l‘intesa finalizzata ieri in extremis dal governo, che vede un piano di salvataggio per la compagnia in crisi di liquidità da complessivi 500 milioni di euro.

Di questi, 200 saranno garantiti da prestiti bancari e 225 da un aumento di capitale sottoscritto oltre che da Poste per 75 milioni, da soggetti privati per 150 milioni. Oltre ad altri 75 milioni di euro forniti dallo Stato tramite garanzie sul debito. Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below