8 ottobre 2013 / 15:36 / 4 anni fa

Tesoro pronto a lancio Btp 7 anni, possibilmente domani

* Tasso nuovo titolo maggio 2021 a 10/12 pb su marzo 2021

* Buona tempistica politica, ma coincide con aste e Spagna

* Atteso importo circa 5 miliardi

di Irene Chiappisi

MILANO (Reuters) - È attesa entro giovedì l‘emissione, via sindacato, del nuovo Btp a 7 anni annunciato stamane dal Tesoro. Lo ha riferito una fonte vicina all‘operazione, secondo cui “la cosa più probabile è che sia domani”.

Il Tesoro ha comunicato oggi di aver affidato il mandato per il collocamento di un nuovo Btp a 7 anni a Crédit Agricole, Credit Suisse Securities (Europe), HSBC France e Unicredit. Il Tesoro precisa che “la transazione sarà effettuata nel prossimo futuro, in relazione alle condizioni di mercato”.

Il nuovo titolo avrà un rendimento compreso tra i 10 e i 12 punti base sopra il rendimento del Btp marzo 2021 attualmente circolante sul mercato. Secondo Ifr i book verranno aperti domani e sempre nella giornata di domani l‘emissione dovrebbe essere prezzata.

TEMPISTICA POSITIVA DOPO FIDUCIA, MA ASTE E SPAGNA IN AGENDA

Se da una parte il Tesoro sfrutta una buona congiuntura di mercato, dall‘altra, con le imminenti aste fissate per questa settimana, sceglie però un momento potenzialmente difficile.

“L‘annuncio arriva in un momento positivo per l‘Italia dopo che il presidente del Consiglio Letta ha ottenuto la fiducia la scorsa settimana. Il placarsi delle tensioni politiche ha riportato lo spread Btp-Bund sul tratto 10 anni in area 250 punti base” dice in una nota Luca Cazzulani, strategist di Unicredit.

Secondo gli operatori del mercato tuttavia la tempistica è un po’ controversa in vista delle aste di Bot giovedì e a medio-lungo venerdì.

Tanto più che anche la Spagna ha oggi annunciato l‘emissione di un titolo via sindacato, sebbene su una scadenza ben più linga, trent‘anni, come ha riferito il servizio Ifr di Thomson Reuters, citando una fonte interna a una delle banche lead manager. La nuova emissione - di importo benchmark e con scadenza 31 ottobre 2044 (e dunque con durata effettiva di 31 anni) - verrà lanciata nell‘immediato futuro, in base alle condizioni di mercato. Le banche coinvolte nell‘operazione sono Barclays, Bbva, Bnp Paribas, CaixaBank, Citigroup e Santander Gbm. Una fonte del tesoro spagnolo ha comunicato che l‘importo del titolo dovrebbe essere fra i 2 e i 3 miliardi.

“Il timing non mi sembra dei più felici data l‘asta di venerdì, così si va ad appesantire il mercato” dice un trader di una banca specialist a proposito del 7 anni. “Ma a questo punto potrebbero farlo anche fra oggi e domani, poiché giovedì e venerdì sono giornate d‘asta. O al limite anche giovedì stesso, seduta di emissione di Bot che è uno strumento diverso. Insomma, sarebbe meglio che lo facessero la prossima settimana, ma avendolo annunciato oggi, non credo che passerà tanto tempo. Credo che si farà entro giovedì”.

AMMONTARE PREVISTO ATTORNO AI 5 MLD

Il nuovo titolo, il maggio 2021, dovrebbe essere emesso per un ammontare previsto fino a 5 miliardi di euro. “Penso che potrebbero emettere attorno ai 4-5 miliardi”, dice un trader.

Secondo la nota di Unicredit, il titolo sarà emesso per un ammontare di circa 5 miliardi.

“Con una regolare emissione di titoli a 7 anni, il Tesoro mira a soddisfare una ‘sempre crescente domanda da parte di investitori che non possono essere soddisfatti senza un bond benchmark su questa scadenza’. L‘obiettivo è rispondere a una tale domanda raggiungendo un equilibrio fra i 7 anni e le scadenze esistenti. Guardando avanti, crediamo che questo possa implicare una riduzione di emissioni di 5 anni e di Cct” si legge nella nota di Unicredit.

Alla fine di settembre, la responsabile del Tesoro per la gestione del debito pubblico Maria Cannata aveva sottolineato che, dopo il successo del Btp Italia, c‘era l‘idea di introdurre un nuovo titolo che, oltre ad agevolare il funding, allunghi la vita media del debito, sostituendo in parte le emissioni a 5 e anche a 3 anni. La durata media del debito si è ancorata nel 2013 attorno ai 6 anni e mezzo, vanificando la speranza del Tesoro di riportarla in area 7 anni dove si collocava nel triennio precedente l‘impervio 2012.

Per questo, alla luce del nuovo titolo in arrivo, il Tesoro per venerdì potrebbe adesso aver in serbo un ammontare diverso da quello previsto dagli analisti.

Unicredit vedeva emissioni di 3, 30 anni e Cct per un totale fra i 4,5 e i 7 miliardi. “Adesso il Tesoro potrebbe decidere di ridurre tipologie e importi”.

Alle ore 17, su piattaforma Tradeweb, il Btp marzo 2021, cedola 3,75%, scambia al rendimento del 3,681.

Lo spread Italia/Germania sul tratto decennale è a quota 252,6 punti base, non lontano dai massimi di seduta, dopo aver oscillato fra 253 e 248. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below