3 ottobre 2013 / 06:40 / 4 anni fa

Borsa Milano in rialzo sotto i massimi dopo fiducia governo

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in rialzo una giornata ad alta tensione sulla scia degli avvenimenti politici interni culminati con la fiducia al governo.

La sede di Borsa Italiana a Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo

Con gli occhi rivolti al Senato, nella prima parte della seduta, la borsa ha registrato un‘accelerazione portandosi ai massimi degli ultimi due anni dopo che Berlusconi ha annunciato a sorpresa la fiducia al governo guidato da Enrico Letta.

Una volta scontato l‘esito del voto, il mercato azionario ha cominciato a ritracciare tornando a concentrarsi sui temi esteri, soprattutto lo‘shutdown’ del governo Usa.

“Già ieri il mercato aveva scommesso sulla fiducia, vista la maggioranza che si era delineata con i dissidenti del Pdl che si erano dichiarati pronti a votare per la continuità del governo Letta”, ricorda un trader,

“Oggi consolida quel guadagno; brinda a un governo stabile ma segue quello che succede in America”, aggiunge.

“La borsa si era già mossa ieri e dopo avere avuto la certezza della fiducia al governo sono scattate delle fisologiche prese di profitto. In generale, guardando anche agli altri mercati non ci sono stati flussi importanti oggi. E’ mancato un chiaro segnale direzionale ”, gli fa eco un‘operatrice.

L‘indice FTSE Mib chiude in rialzo dello 0,68% dopo avere toccato un guadagno massimo dell‘1,8%. L‘AllShare sale dello 0,58%. Volumi per un controvalore di circa 3,7 miliardi di euro.

La borsa milanese è la migliore di un panorama europeo debole che he visto il paniere benchmark FTSEurofirst 300 perdere lo 0,7% circa nel giorno in cui la Bce ha confermato la propria politica monetaria.

* Tra i singoli titoli corre FINMECCANICA (+7,58%) spinta dall‘accelerazione nelle trattative per la cessione delle tre Ansaldo.

* Tra bancari tonici si disitingue MEDIOBANCA, in progresso del 6% dopo la scadenza del termine per le disdetta al patto di sindacato che, a causa di diverse uscite, è sceso appena sopra la soglia del 30% del capitale.

Secondo gli operatori il titolo beneficia di un patto alleggerito in quanto aumenta il flottante a fronte di un rischio limitato di overhang determinato dalla montagna di titoli che, una volta svincolati dal patto, potrebbe riversarsi sul mercato.

Tra gli altri INTESA SANPAOLO sale del 4,7%, BANCO POPOLARE del 2,8% e UNICREDIT del 2,35%.

* TELECOM ITALIA perde l‘1,25% soffrendo di realizzi in attesa dell‘appuntamento di domani.

Da quanto è emerso dal sito della Consob, - Orascom TmT Investments Sarl, presieduta da Naguib Sawiris, ha aperto ieri una posizione netta corta sul gruppo telefonico italiano pari allo 0,61% del capitale.

* Prese di beneficio, dopo il rally di ieri, anche su AUTOGRILL (-3,8%) In calo, al secondo giorno di quotazione, WORLD DUTY FREE (-3,16%).

* Debole FIAT (-0,65%) all‘indomani del dato sulle immatricolazioni di settembre.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below