1 ottobre 2013 / 07:16 / tra 4 anni

Btp in netto recupero scommette su tenuta governo Letta, spread sotto 270 pb

MILANO (Reuters) - Una chiusura ai massimi per il mercato obbligazionario italiano che scommette nel superamento della crisi politica e nell‘allontanamento del rischio di elezioni anticipate.

Un trader durante una seduta. REUTERS/Brendan McDermid

Nel corso della giornata si sono susseguite dichiarazioni da parte di esponenti del Pdl che hanno preso le distanze dalla mossa di Berlusconi di voler far cadere il governo e hanno invece mostrato sostegno al governo Letta.

“La giornata è stata tutta un crescendo, in parallelo con l‘arrivo di nuovi sostenitori al governo Letta”, dice un dealer. “Nel pomeriggio poi c‘è stata un‘accelerazione prima con il marcia indietro persino della Santanchè e poi con le parole di Giovanardi. Sembra quasi che tutto sia finito”.

Daniela Santanché, deputata del Pdl annoverata tra i falchi, si dice pronta a fare un passo indietro per salvare l‘unità del Pdl [ID:nL6N0HR26K]. Secondo il senatore Pdl Carlo Giovanardi, la maggior parte dei parlamentari Pdl non ha intenzione di passare alla nuova Forza Italia e soprattutto non vuole togliere la fiducia al governo delle larghe intese guidato da Letta [ID:nL6N0HR2T5].

Alla fine persino Angelino Alfano, segretario politico del Pdl e vice presidente del Consiglio, ha rotto gli indugi prendendo pubblicamente una posizione contraria al suo leader Silvio Berlusconi [ID:nL6N0HR31X].

Su piattaforma Tradeweb il differenziale di rendimento tra decennali italiani e tedeschi in serata è tornato sotto quota 270 punti base, in calo dai 285 pb della chiusura di ieri, ma soprattutto in netto restringimento dal massimo segnato ieri mattina a 305 punti base.

Anzi, se si considerasse, invece che il Btp benchmark marzo 2024 inaugurato giusto ieri, il ‘vecchio’ Btp maggio 2023 usato fino a venerdì il differenziale sarebbe a 256 pb, il minimo da metà della scorsa settimana, quando si sono iniziate a far sentire le intenzioni di dimissioni da parte dei parlamentari del Pdl.

“E’ stato un movimento decisamente forte: ciò succede quando il mercato si è in completa balia delle vicende politiche” dice Alessandro Giansanti di Ing. “Ci fa comunque capire anche che non c‘è molta volontà ad andare ‘short’ sull‘Italia: anche quando ieri il mercato ha aperto in netto calo, poi in un paio d‘ore gli investitori hanno visto quei livelli come un‘opportunità per acquistare”.

Impressionante il movimento soprattutto del tratto 2-3 anni, con il rendimento del Btp a 2 anni bechmark che ieri era salito oltre il 2% mentre stasera è sceso a 1,83%.

A questo punto l‘attenzione si sposta sulla giornata clou di domani quando Letta interverrà in Parlamento - in mattinata al Senato, dove il centrosinistra ha meno seggi, nel pomeriggio alla Camera - ma - fanno sapere fonti del governo - deciderà solo alla fine del dibattito se chiedere un voto di fiducia o salire al Colle per valutare il da farsi col presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. [ID:nL6N0HR1N6].

Domani sarà una seduta importante anche per la conferenza stampa di Mario Draghi dopo il meeting del board della Bce. “Lo considero un non-evento” dice Cremonesi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below