October 1, 2013 / 6:52 AM / 5 years ago

Btp chiude in recupero dopo notizia 20 senatori Pdl, spread chiude a 285 pb

MILANO (Reuters) - Decisa inversione di rotta nel pomeriggio per il mercato obbligazionario italiano che ha ridotto decisamente le perdite alla notizia che almeno 20 senatori del Pdl potrebbero lasciare il Pdl se Silvio Berlusconi non abbandonerà il progetto di far saltare il governo di larghe intese di Enrico Letta.

Operatori a lavoro. REUTERS/Lucas Jackson

“Il mercato ha reagito repentinamente alla notizia” dice Alessandro Giansanti di Ing. “Se così fosse, sarebbe scongiurata la crisi di governo e il rischio di elezioni anticipate”.

Lo spread di rendimento tra Btp e Bund dopo essere balzato in apertura oltre 300 punti base, riportandosi sui massimi dalla fine dello scorso giugno, nel corso della mattinata aveva iniziato a frenare per stabilizzari a metà seduta in area 293 pb su piattaforma Tradeweb. Ma è nel pomeriggio che si è vista la netta virata, con una quotazione in chiusura in area 285 punti base.

Da sottolineare che proprio oggi si è avuto il passaggio da parte di Tradeweb a un nuovo benchmark per il decennale, dal Btp maggio 2023 al Btp marzo 2024 il cui rendimento oggi ha visto un picco al 4,66%.

Così il raffronto tra il Bund decennale maggio 2023 (1,73%) e il ‘vecchio’ decennale (4,44%) stasera è a 271 pb, in linea con i 270 di venerdì.

Fortissimo il movimento di recupero del rendimento sul Btp a due anni benchmark che stamane è arrivato a quotare 2,05%, massimo da inizio luglio, mentre stasera è tornato sotto il 2%.

Stamane il mercato si era mosso in forte calo alla notizia delle dimissioni dei ministri del Pdl su indicazione di Berlusconi. Ma nel pomeriggio una fonte del Pdl ha detto a Reuters che “se stasera Silvio non decide di fare un passo indietro rispetto al progetto dei falchi, da qui a mercoledi si potrebbe costruire un nuovo soggetto diversamente moderato. Al Senato gli ex Pdl potrebbero essere più di 20”.

“Certamente il rimbalzo a cui abbiamo assistito è da attribuire alla notizia del 20 del Pdl, anche se il mercato è ancora piuttosto cauto” dice il dealer di una banca italiana. “Il mercato è del tutto dominato dalla politica, da cui potrebbe derivare tutto il peggio, dai rischi sul rating e sulla Legge di Stabilità, fino alle elezioni anticipate o anche peggio”.

Alla Camera non ci sono problemi di maggioranza per il governo Letta anche con il disimpegno del Pdl (97 deputati). A Montecitorio il Pd conta 293 parlamentari, il Centro democratico 5 e Scelta civica 47: pur senza contare quindi il Pdl e altri vari del gruppo misto la maggioranza di 345 deputati garantita dai tre gruppi citati è ben maggiore di quella di 316 richiesta.

Diversa la situazione al Senato.

Qui il Pd conta 108 senatori, Scelta civica 20 e le Autonomie 10. Senza i 91 senatori del Pdl e i 10 del Gal l’attuale governo non può ottenere la maggioranza minima di 158 senatori, ma si fermerebbe a 138, 20 in meno.

“Ora si intravvede qualche segno di buon senso volto a far proseguire il lavoro del governo. Ma occorre andare cauti. La tradegia potrebbe essere dietro l’angolo” dice un altro dealer.

Il voto di fiducia è atteso al Senato mercoledì mattina, mentre nel pomeriggio dovrebbe esserci quello della Camera [ID:nL6N0HQ31U].

Oggi pomeriggio l’agenzia di rating Fitch - quella vista essere la più vicina ad un’azione di downgrade - ha ribadito in una nota che “l’instabilità politica mette a rischio per l’Italia il raggiungimento degli obiettivi di bilancio a breve e medio termine creando incertezza in una fase cruciale, a ridosso dei termini di presentazione della legge di Stabilità 2014”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below