30 settembre 2013 / 07:00 / tra 4 anni

Borse Europa deboli con bancari su timori Italia, Usa

LONDRA (Reuters) - Borse europee deboli stamani, in flessione per la quinta volta in sette sedute, sulla scia di Piazza Affari dopo che le dimissioni dei ministri del Pdl dal governo hanno allungato sull‘Italia lo spettro di nuove elezioni.

Traders in una sala operativa di borsa. REUTERS/Lucas Jackson

Sotto pressione i titoli sensibili alla fiducia nelle prospettive dell‘economia globale, complice lo stallo politico sulla legge di finanziamento per le agenzie federali negli Stati Uniti e una lettura finale del Pmi manifatturiero in Cina peggiore di quella flash.

Nonostante i recenti timori, le borse europee restano in prossimità dei massimi di cinque anni e sembrano impostate per mettere a segno il migliore trimestre in due anni.

“Abbiamo bisogno di un po’ più di stabilità in Italia, anche se c‘era già un po’ di confusione, quindi per la regione nel suo complesso il principale fattore sono gli Stati Uniti”, osserva Lucas Roux de Luze, sales trader di TJM Partners.

“I mercati sono penalizzati da questo flusso di notizie ma, nonostante l‘incertezza di breve periodo, continuiamo a pensare che le società stiano registrando risultati discreti e potremmo avere un rally con la fine anno”.

Finanziari, industria estrattiva e industriali pesano sull‘indice paneuropeo FTSEurofirst 300, deprimendolo dello 0,75% intorno alle 10,30 ora italiana. Milano perde l‘1,6% Francoforte e Parigi l‘1% circa, Londra lo 0,8%.

I titoli in evidenza:

* Colpiti dalle vendite in particolare i titoli bancari con il paniere di settore relativo in ribasso di un abbondante punto percentuale. Commerzbank perde quasi il 3% e Societe Generale oltre l‘1%.

* SCHNEIDER ELECTRIC accusa il ribasso più pronunciato alla borsa di Parigi dopo che Ubs ha declassato il titolo a “sell” da “neutral” abbassando il prezzo obiettivo a 53 da 57 euro.

* In tenuta comparti difensivi come l‘alimentare dove la svizzera ARYZTA balza dopo i risultati dell‘esercizio 2012-2013.

* I telefonici contengono le perdite anche grazie all‘allungo di TELECOM ITALIA in scia a voci di uscita del presidente esecutivo Franco Bernabé, a favore di un aumento di capitale, e di un upgrade di JP Morgan. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below