29 settembre 2013 / 15:43 / 4 anni fa

Btp deboli, spread a 270 pb, pesano politica e aste

Un operatore davanti ad alcuni pc. REUTERS/Lucas Jackson

MILANO (Reuters) - Seduta nel segno della debolezza per il secondario italiano, con lo spread che tocca i 270 punti base, in corrispondenza dei massimi dallo scorso 13 settembre. Oltre i 270 punti base, si segnerebbero i massimi dal primo agosto, giorno della sentenza della Cassazione che confermava in via definitiva la condanna a 4 anni per frode fiscale dell‘ex premier Silvio Berlusconi nell‘ambito del processo Mediaset. Quel giorno lo spread era arrivato a sfiorare quota 280 punti base.

“Il quadro politico non aiuta, e inoltre da qualche giorno circolano voci su un imminente donwgrade da parte di una delle agenzie di rating, anche se non è chiaro quale” dice un trader.

Oggi tuttavia Maria Cannata, responsabile del Tesoro per la gestione del debito, ha precisato che il Tesoro non ha ricevuto alcuna comunicazione di downgrade, laddove le agenzie hanno l‘obbligo di comunicare la decisione all‘emittente 24 ore prima di renderla pubblica [ID:nL5N0HN22C].

DEBOLE DOMANDA SU DECENNALE IN ASTA

Se da una parte pesa sul secondario alimentando voci di taglio al rating, l‘instabilità politica ha appesantito stamane anche la performance sul primario, nei collocamenti che pongono fine alla tornata d‘aste di fine mese e con cui, secondo Intesa SanPaolo, il Tesoro ha collocato il 78% dell‘intero funding dell‘anno.

“Le aste cadono in un momento di incertezza politica che pesa negativamente sugli investitori. Quelli esteri soprattutto” ha detto Chiara Manenti, di Intesa SanPaolo.

E anche le prospettive del mercato sono soggette alle evoluzioni della politica.

“Le prospettive restano legate alla situazione politica interna che, essendo ultimamente degenerata, ha portato a un rialzo dei rendimenti e a un ampliamento degli spread” ha detto Alessandro Giansanti, di Ing.

Il Tesoro italiano ha stamane collocato Btp a 5 e 10 anni per un totale di 6 miliardi, massimo dell‘offerta compresa in un range di 5-6 miliardi, con tassi in rialzo sulla scadenza decennale e stabili su quella a cinque anni.

Il Btp dicembre 2018 è stato offerto per 2,5-3 miliardi e assegnato per 3 miliardi a un rendimento di 3,38%, livello identico a fine agosto, per un bid-to-cover di 1,43 da 1,22.

Più debole è quindi risultato il decennale marzo 2024, offerto per 2,5-3 miliardi e assegnato per 3 miliardi a un rendimento di 4,50%, massimo da fine giugno, da 4,46% delle aste di fine agosto e fine luglio.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below